Suggerimenti per il caldo

Con l’ innalzarsi delle temperature non è infrequente che la pressione tenda ad abbassarsi , complice l’afa che spesso non da tregua. I sintomi sono fastidiosi e vanno dal mal di testa, spossatezza, nausea, capogiri, senso di gonfiore generalizzato fino a perdita di concentrazione.

Cosa fare per far fronte a questo problema?

  1. Sodio e Potassio, i nostri alleati
    Uno si trova soprattutto nel sale da cucina. L’altro in verdura e legumi. Se si soffre di pressione bassa il sale deve essere usato, 
    sempre con una certa moderazione, ma non eliminato. Questo perchè il sodio è un minerale che aiuta nell’innalzamento pressorio (non a caso chi soffre di ipertensione deve ridurre l’apporto di questo minerale!). Consigliamo il sale marino integrale che, oltre a contenere sodio e cloro (come il sale comune), contiene altri minerali tra cui lo iodio.
  2. Acqua
    è indispensabile essere sempre idratati. La mattina iniziare con un semplice bicchiere d’acqua liscia a temperatura ambiente o leggermente tiepida con qualche goccia di succo di limone, può andar bene anche un tè o una tisana. Durante poi tutta la giornata è essenziale idratarsi e non solo quando si mangia, l’ideale è avere sempre una bottiglia d’acqua o borraccia d’acqua con sé per essere sicuri di bere almeno 1 litro e mezzo d’acqua al giorno oltre a tè, tisane, frutta, verdura, centrifugati, frullati e vellutate che naturalmente sono ricchi di acqua. Molte persone, soprattutto andando avanti con l’età, perdono lo stimolo della sete. L’idratazione è d’obbligo quando fa troppo caldo e i liquidi vengono persi in particolare attraverso la sudorazione. E’ buona cosa non bere volumi esagerati di acqua molto velocemente, ma distribuirla nel corso della giornata. Scegliete acqua a medio residuo (intorno ai 500 mg/l) che integra i minerali persi ed evita un’eccessiva diuresi che può essere controproducente in chi soffre di ipotensione!
  3. Evitare pasti elaborati
    Sono preferibili pasti leggeri, con 
    pochi ingredienti e di veloce cottura. Facili da digerire, non appesantiscono né lo stomaco né il resto del corpo. evitare i cibi troppo elaborati e raffinati, avere una dieta prevalentemente vegetale. includere sempre frutta e verdura freschi, ridurre le proteine animali, e soprattutto mangiare poco, bisognerebbe alzarsi da tavola non completamente “pieni”, fare 3 pasti e 2 spuntini.  Cereali integrali conditi con verdure e legumi. Hummus di ceci su crostini di pane e insalata. Gazpacho fresco o creme di zucchine. In questa stagione preferite le erbe aromatiche alle spezie: le prime sono ricche di antiossidanti, le seconde causano un aumento della temperatura corporea a seguito della loro metabolizzazione.
  4. Il movimento
    il caldo e la spossatezza non aiutano per l’attività fisica, ma meno si fa e peggio si sta. Il movimento muscolare permette di pompare sangue al cuore, mantenendo la pressione ad un certo livello. Se soffrite di pressione bassa evitate comunque di praticare sport nelle ore più calde del giorno, scegliendo di farlo quando l’aria è ancora fresca di prima mattina, entro le 7:30-8:00, oppure la sera, verso le 20:00-21:00.

Ogni nuova stagione può essere l’occasione per un nuovo inizio e fare le scelte giuste nella vita di tutti i giorni, per sentirci bene e carichi di energia.

 Ecco qualche altro consiglio facile da seguire e ad alto impatto sul nostro benessere:

  • Svegliarsi presto – creare un rituale del mattino con le cose che ci piacciono e ci motivano a scendere dal letto, ma anche gesti che poi non avremmo più modo di fare durante la giornata quindi fate une buona colazione : frutta fresca di stagione e un buon caffè. Prima però si potrebbero fare 10-15 minuti, ma anche 20-25 minuti per i più motivati, di attività fisica, alternando le parti del corpo da lavorare. E se avete i minuti contati, 5 minuti di esercizi sono 1.000 volte meglio di niente! Sembra buffo, ma anche  scegliere una bella canzone piuttosto che fastidiosi bip come suoneria della sveglia può aiutare, meglio dormire un buon sonno senza interruzioni fino all’ora prevista piuttosto che quel sonno ad intermittenza da quando suona la prima volta la sveglia a quando ci si alza. 
  • Dormire bene – il giusto numero di ore (ogni persona sa di quante ore ha bisogno per sentirsi bene la mattina), rilassarsi, evitare di guardare TV e cellulare prima di addormentarsi, magari leggere un buon libro accompagnato da una tisana, abbassare le luci già almeno un’ora prima di coricarsi, accendere delle candele, ascoltare la musica. Non mangiare subito prima di andare a letto e soprattutto mangiare poco e leggero, poco salato, prediligere alimenti ricchi di nutrienti e facili da digerire.
  • Muoversi – fissare almeno 2 giorni a settimana in cui si fa un’attività fisica, quanto più possibile aerobica e all’aria aperta di almeno un’oretta. Si potrebbe andare a correre , per i meno allenati si può alternare corsa e camminata, fare un bel giro in bici  o anche semplicemente una camminata a passo svelto. Due ore nell’arco di una settimana (quindi su 168 ore) possiamo anche organizzarle. Chi ha bambini e non ha nessuno che riesce a tenerli può coinvolgerli, non sono quindi una scusa, se sono piccoli da passeggino, seggiolino
    o marsupio li portiamo. Vi assicuro che si può correre anche con un passeggino normale e non solo con quelli costosissimi da corsa, e i bambini si divertono da pazzi ad andare veloce. Per i meno temerari anche camminare a passo veloce può andare.
  • Essere felici – sembra banale ma è essenziale, non bisogna inseguire una felicità assoluta e irrealizzabile ma bisogna cercare di essere felici della vita di tutti i giorni, impegnarsi in ogni cosa per poi essere soddisfatti di sé, degli obiettivi raggiunti. Cercare di organizzarsi per vivere tutti i giorni dei momenti qualitativi. Se non è possibile avere tempo per fare le cose che ci piacciono e per stare con le persone importanti per noi,per fare sport, per stare con gli amici, bisogna organizzarsi affinché si riesca comunque a dedicare ogni giorno, anche poco tempo, ma completamente dedicato a queste attività. Non ha senso cenare davanti alla TV, dare la pappa al proprio bambino stando al cellulare, andare a correre pensando al lavoro. Dedichiamoci pienamente a quello che stiamo facendo, vedrete che aiuterà ad essere felici.

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *