Prodotti adattogeni per lo STRESS

Lo stress, nel XXI secolo, è diventato uno dei fattori di rischio più alto nelle problematiche che si riscontrano nelle persone dei nostri giorni.

Vi presentiamo alcune piante, sotto forma di ESTRATTO SECCO (tavolette), preparate dal nostro fornitore italiano Fitomedical, in grado di aiutare l’individuo ad “adattarsi” a questo problema causato dal ritmo di vita sempre più frenetico e compulsivo, che porta ognuno di noi a reagire in modo diverso.

ASTRAGALO : un manto di protezione

per modulare le difese e tutelare i tessuti. E’ un aiuto specifico quando lo stress compromette l’efficienza e l’equilibrio delle funzioni immunitarie, alterandole in eccesso o difetto. Oltre a favorire il recupero dell’energia, sostiene la stabilità di organi e visceri e aiuta l’eliminazione delle scorie tessutali.

astragalo

BACOPA : mette sale in zucca

per sostenere le facoltà della mente. Rappresenta un utile sostegno per lo stress psicofisico caratterizzato da stanchezza mentale, affievolimento della memoria e un’ansia soggiacente che a volte somatizza a livello respiratorio, gastrointestinale, circolatorio.

bacopa

CODONOPSIS : in situazioni difficili da digerire

per favorire tono, digestione e respiro. Supporta l’organismo quando lo stress ne indebolisce il tono psico-fisico, con un deperimento accentuato da disturbi gastrici, debolezza respiratoria e ridotta efficienza immunitaria.

codonopsis

ELEUTEROCOCCO : per chi ha poche difese

per sostenere le difese e l’equilibrio metabolico. E’ l’aiuto indicato quando lo stress aumenta la stanchezza e la recettività alle infezioni batteriche e virali, soprattutto respiratorie e cutanee, o in caso di equilibri metabolici compromessi.

eleuterococco

GINSENG : quando siamo alla frutta

per dare una chance a chi è gravemente spossato. L’energica azione di Ginseng è uno specifico aiuto in condizioni limite di esaurimento psico-fisico, quando uno shock o uno stress intenso e prolungato inducono una senescenza prematura, con disturbi metabolici e disequilibrio delle difese.

ginseng

GYNOSTEMMA : a chi si fa cattivo sangue

per prevenire i danni dei disordini metabolici. E’ indicata quando lo stress si accompagna a disordini metabolici, spesso indotti da una dieta squilibrata, che eccede in zuccheri, grassi animali o alcol, anche come supporto per adeguare il metabolismo a cambiamenti nutrizionali.

gynostemma

REISHI : il fungo della longevità

contro infiammazioni, insonnia e danni metabolici. Sostiene l’organismo quando lo stress rende il sonno disturbato e irregolare, con una sensazione di fatica fisica e mentale aggravata da dolenzie e infiammazioni (articolari, intestinali, epatiche, broncopolmonari) e squilibri metabolici.

reishi

RODIOLA : su con la vita

per ritrovare lucidità mentale. E’ indicata per proteggere la mente dall’incalzare degli stress e dalla sensazione di sconforto e inadeguatezza nell’affrontarli, che amareggia il cuore, diminuisce il desiderio e mina la funzionalità cardiovascolare e cerebrale.

rodiola

SCHISANDRAper non mangiarsi il fegato

disintossicare il fegato per ripulire la mente. E’ un buon sostegno quando lo stress incrementa l’accumulo e la stagnazione di tossine (disturbi epatici e metabolici, inquinamento ambientale o scorretto stile di vita), causndo fatica, mal di testa, disturbi del sonno, disordini immunitari e scarse performances intellettive.

schisandra

SHATAVARI : rinnoviamo il desiderio

per tonificare la libido e la fertilità. E’ ideale per donne e uomini afflitti da situazioni di stress con implicazioni endocrine, che spengono il desiderio e penalizzano la fertilità : risveglia la libido e conferisce rinnovate energie psichiche e fisiche.

shatavari

TULSI : per non prendersela con il mondo

per lenire disturbi digestivi e reazioni allergiche. E’ indicato quando lo stress provoca cattiva digestione e infiammazioni respiratorie, accompagnate da fasi di iper-reattività immunitaria che inducono emicranie, crampi gastroenterici, o manifestazioni allergiche delle vie aeree e dell’intestino.

tulsi

WITHANIA : meglio staccare la spina

per contenere ansia e infiammazioni. E’ d’aiuto quando lo stress induce risposte eccessive sul piano nervoso e infiammatorio, per controllare la tensione emotiva, l’ansietà e l’umore instabile, accompagnati spesso da flogosi articolari e spasmi viscerali.

whitania

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *