crema_fatta_in_casa

PREPARARE COSMETICI IN CASA – 1^ parte

crema_fatta_in_casa

Preparare cosmetici in casa non richiede conoscenze specifiche ed è più facile di quello che si crede.

Preparandole da soli si hanno notevoli vantaggi quali :

– conoscere gli ingredienti che compongono la crema

– un costo minore

– ingredienti naturali al 100% (che vi consiglieremo)

– rispondere a tutte le vostre esigenze

– creare le vostre profumazioni

Le creme fatte in casa idratano, nutrono e mantengono elastica la pelle; anche le labbra possono essere ammorbidite e protette con degli unguenti leggermente più lucidi e più emollienti del burro di cacao. Con le creme fatte in casa evitiamo di inquinare il corpo con prodotti chimici di sintesi che si trovano, purtroppo, molto sovente nei prodotti in commercio (ad esclusione di alcuni che lavorano nel pieno rispetto della natura e della persona).

In questo caso utilizzeremo il fantastico mondo delle essenze, un’antica tradizione di magia che le piante possono donare. Le essenze lavorano su vari piani : psichico – emozionale – mnemonico. Ci aiutano a evocare sensazioni e stati d’animo. Quando respiriamo un’essenza, i neuroni olfattivi inviano degli stimoli alla corteccia cerebrale, risvegliando l’insieme del sistema nervoso centrale, e richiamano precise emozioni e ricordi legati all’olfatto. L’utilizzo degli oli essenziali come profumazione risale alla Cina e all’India dove si trovano tracce di distillazione che risalgono a diversi millenni fa e se ne trovano tracce anche nella cultura egizia. Gli antichi greci usavano estratti aromatici mentre gli antichi romani preparavano unguenti. L’alambicco per la distillazione degli oli fu inventato da un chimico arabo nel 900 d.C. ; perfezionando questa tecnica, a partire dal XIV secolo si arrivò all’uso farmaceutico di alcuni oli essenziali.

Le proprietà della lavanda furono scoperte “grazie” ad un incidente in laboratorio permettendo così di scoprire le proprietà antisettiche e cicatrizzanti della pianta !

Degli oli essenziali e delle loro proprietà abbiamo già parlato (ma lo faremo ancora) in altri articoli. Qui vogliamo concentrarci su alcuni consigli (oltre che alcune ricette) per la preparazione di cosmetici naturali fatti in casa.

Preparare la crema base

Innanzitutto bisogna procurarsi gli strumenti adatti e seguire con attenzione le indicazioni. Fate attenzione alle dosi e ai gesti che, lentamente, entreranno a far parte del bagaglio di conoscenze.

Attrezzi :

alcol e cotone idrofilo : l’alcol che si impiega è quello per fare i liquori. Imbevete con l’alcol un po’ di cotone e usatelo per sterilizzare tutta l’attrezzatura, compresi cucchiai, cucchiaini e forchette. Versatene un po’ anche nei recipienti puliti dove volete riporre le creme, chiudeteli e agitateli.

bilancia da cucina : anche il piatto della bilancia va sterilizzato con alcol, dopodiché andrà usato per dosare le cere.

recipiente graduato in vetro con beccuccio : dopo averlo sterilizzato, impiegatelo per misurare l’acqua ; asciugatelo con uno straccio pulito e riutilizzatelo per dosare gli oli.

pentola di media grandezza e uno straccio : serve per il bagnomaria e non è necessario sterilizzarla. Lo straccio andrà deposto sul fondo della pentola con 3 o 4 dita di acqua, per evitare che la ciotola che vi riponiamo sbatta sui bordi quando l’acqua bolle.

pentolino dotato di beccuccio : sterilizzarlo e impiegarlo per scaldare l’acqua

ciotola da caffelatte di circa 20 cm di diametro : vi deponete la lecitina, le cere e il burro da sciogliere a bagnomaria dopo averle dosate.

una forchetta, un cucchiaio, due cucchiaini : sterilizzate anche loro e poggiateli su un piattino disinfettato per utilizzarli via via durante la preparazione.

recipienti riciclati e ben puliti o boccette nuove, un imbuto : è importante che siano in plastica o vetro scuro, poiché la luce potrebbe danneggiare le creme. Se volete farle durare più a lungo, usate della bottigliette dalle quali spremerle senza toccarle con le mani. In questo modo eviterete di contaminarle con batteri che potrebbero accorciarne la durata. Anche questi recipienti e l’imbuto devono essere sterilizzati con l’alcol.

preparazione-base-crema

Ingredienti e dosi

la ricetta che vi indichiamo è per una crema di media densità. Se si desidera una crema corpo più fluida, basterà aumentare leggermente la dose di acqua, se si vuole invece una crema viso più densa, diminuire leggermente la dose di oli.

5 grammi di burro di karitè puro : il karitè è un burro di eccelente qualità soprattutto per i balsami per le labbra. Può essere sostituito con il burro di cacao.

3 grammi di cera d’api : la cera d’api è importante perché contribuisce parzialmente all’emulsione, specialmente se si tratta di una cera non raffinata che contiene ancora tracce di miele. In aggiunta, si può mettere un cucchiaino di miele.

40 ml di olio di mandorle e 20 ml di olio di jojoba : l’olio di jojoba è più caro di quello di mandorla e non è un prodotto nostrano, ma ha il vantaggio di lasciare la pelle meno lucida rispetto all’olio di mandorle. Si possono sperimentare anche tutti gli altri oli : aloe, cocco, avocado, argan, …

30 ml di acqua distillata : può essere sostituita con acqua floreale a scelta (rosa, lavanda, fiore d’arancio) a seconda delle proprietà e della profumazione desiderata.

2 grammi di lecitina di soia (liquida) : si può usare anche in capsule. si aggiunge alle cere mentre si sciolgono a bagnomaria, in modo che il calore aiuti ad indebolire il rivestimento gelatinoso esterno (se si usano le capsule) così da bucarlo con una forchetta e liberare la lecitina. Una volta disfatta la capsula, il guscio gelatinoso deve essere rimosso dal composto.

9 gocce di estratto di semi di pompelmo : ha proprietà antimicotiche che nel nostro caso servono a contrastare il sorgere di muffe nelle creme autoprodotte.

30 gocce di oli essenziali : la maggior parte degli oli essenziali hanno proprietà antisettiche  e antimicotiche così la loro presenza, oltre a profumare la crema, la conserva ! E’ esattamente il ruolo che svolgono le spezie nei cibi.

preparare-i-propri-cosmetici-a-casa

 

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *