PALLET

L’orto sinergico : semina e cura

E’ tempo di coltivare ? C’è un tempo per ogni cosa.

Purtroppo ci hanno “abituato” che tutta la verdura e la frutta è disponibile tutto l’anno… Si sono persi i ritmi della natura !

Ogni vegetale ha il suo tempo di crescita “naturale” : fare il nostro orto significa diventare consapevoli che ogni cosa ha il suo tempo, dovremo imparare ad attendere; dovremo imparare a conoscere il tempo per la semina, il tempo per il trapianto e il tempo per la raccolta. Un aiuto può essere dato dalla seguente tabella dove, indicativamente, viene indicato il periodo di semina che può variare in base alla zona in cui ci troviamo, all’andamento della stagione…

SEMINA

Seminare con la luna

la Luna è uno dei fattori che veniva tenuto in conto dai contadini per la semina, i trapianti, i raccolti e anche la preparazione di conserve…

La luna può influenzare la crescita di piante e frutti; esistono 2 metodi per seguire le fasi lunari nell’organizzare i lavori agricoli : quello tradizionale-sinodico e quello biodinamico-siderale.

Il metodo tradizionale si basa sul ciclo lunare sinodico, della durata di 29 giorni e mezzo (tempo impiegato dalla luna per compiere un giro completo intorno alla Terra e tornare in congiunzione con il Sole) : si hanno le fasi crescente e calante (favorevoli per alcuni lavori e sfavorevoli per altri). Le fasi sono segnate sui calendari, ma sono riconoscibili guardando la luna : gobba a destra = luna crescente ; gobba a sinistra = luna calante.

In luna crescente si consiglia la semina degli ortaggi da foglia, esclusi quelli che potrebbero andare a seme (lattughe, spinaci, etc), degli ortaggi a fiore, frutto e cereali (es. anguria, basilico, carciofo, cardo, carota, cavolfiore, cavolo broccolo, cavolo di Bruxelles, cetriolo, fagiolo, fava, fragola, melanzana, melone, peperone, pisello, pomodoro).  In questa fase si effettua anche il trapianto degli alberi da frutto, la potatura di alberi deboli, la raccolta delle erbe officinali, degli ortaggi da radice e degli ortaggi da frutto; gli innesti e le margotte, la piantagione di polloni, il taglio del prato, la divisione dei cesti per moltiplicare le aromatiche.

In luna calante si consiglia la semina e il trapianto degli ortaggi da foglia che possono montare a seme, degli ortaggi da radice e dei bulbi (es. aglio, barbabietole, bietola a coste, cavolo cappuccio, cavolo verza, cicorie, cime di rapa, cipolla, finocchio, indivia riccia, indivia scarola, lattuga). Si effettuano anche cimature, il diserbo manuale, la lavorazione del terreno, la raccolta delle verdure da conservare, la potatura estiva e invernale degli alberi più forti, la vendemmia e la mietitura.

Nel periodo di plenilunio sono sconsigliate tutte le semine e qualsiasi lavoro della terra.

Il metodo BIODINAMICO tiene conto del ciclo lunare periodico, della durata di 27 giorni e mezzo (tempo impiegato dalla luna per compiere un giro completo intorno alla Terra e tornare in congiunzione con una stella prefissata, attraversando le 12 costellazioni dello Zodiaco – mese siderale – ).

In questo caso vengono osservate le fasi ascendente e discendente della luna; non essendo facilmente osservabili, vengono pubblicate ogni anno calendari delle semine, basati sul metodo biodinamico e realizzato in base a calcoli astronomici previsionali.

Gli agricoltori che usano questo metodo ritengono che nella fase ascendente (che va dal Sagittario al Toro) la luna favorisca la salita della linfa verso la sommità delle piante e che nella fase discendente (cha va dai Gemelli allo Scorpione) favorisca invece lo sviluppo delle radici. Perciò in fase ascendente la pianta è più rigogliosa e forte nelle parti superiori, perché la linfa sale con più forza : in questa fase si tagliano rami da innesto e raccolgono verdure a foglie e a frutto. In luna discendente si raccolgono ortaggi da radice oppure si semina e trapianta, ritenendo questa fase più propizia per il radicamento.

Entrando più nei dettagli, l’ingresso della luna nelle costellazioni stimola 4 parti differenti della pianta, a cui vengono associati 4 gruppi diversi di piante :

da radice : barbabietole, rape, carote, ravanelli, pastinaca ecc. Favoriti quando la luna passa attraverso le costellazioni di Terra (Toro, Vergine e Capricorno).

da fiore : broccoli, carciofo, asparagi, ecc. Favoriti al passaggio della Luna nelle costellazioni d’ Aria (Gemelli, Bilancia e Acquario).

da foglie : insalate, radicchi, cicorie, bietole, ecc. Favoriti al passaggio della luna nelle costellazioni d’ Acqua (Cancro, Scorpione e Pesci)

da frutto : zucchine, zucca, peperoni, melanzane, pomodori, ecc. Favoriti quando la luna passa nelle costellazioni di Fuoco (Ariete, Leone e Sagittario).

Costruiamo un semenzaio

un lavoro che sarà al tempo stesso divertente  e utile è quello di costruire un semenzaio con materiale di riciclo. Un esempio è quello che andiamo a descrivere :

utilizziamo dei pallet in legno : appoggiamo 2 pallet a terra sul lato più lungo. A queste fissiamo ai 2 pallet , con molti chiodi in modo che resti stabile, un terzo pallet a “pancia in su” (cioè con la parte aperta rivolta verso l’alto). Con del legno di recupero, chiudiamo le fessure sul fondo e realizziamo un coperchio : tagliamo 4 legni e creiamo una cornice della misura uguale ai lati della pedana capovolta e andremo a fissarla per mezzo di alcune cerniere che permetterà di alzare o abbassare il coperchio. Su questa cornice andremo anche a fissare un foglio di plastica trasparente e resistente (o un vetro o un foglio di plexiglass).

A questo punto ricopriamo il fondo con del ghiaino e poi copriamo con terra mista dell’orto e terriccio da semina (se si vuole, si può aggiungere anche del compost creato con rifiuti di casa). La terra dovrà essere ben innaffiata anche dopo la semina.

La creazione del coperchio, permetterà alle nostre piantine di resistere alle intemperie e di prendere luce; in caso di bel tempo, sarà utile alzare il coperchio per non avere una temperatura troppo elevata all’interno.

PALLET

in conclusione….ORA AL LAVORO !!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *