LA CURCUMA

 

La curcuma, dal cuore della terra la regina delle spezie

Vanta straordinarie proprietà curative e nella medicina ayurvedica è utilizzata da migliaia di anni.

E’ chiamata la spezia del pellegrino perchè aggiunta agli alimenti li rende digeribili, permettendo di assimilare grassi e zuccheri senza appesantire l’organismo.

Pianta erbacea perenne, dal caratteristico rizoma (la radice) di colore giallo, originario dell’Asia meridionale, India e Indonesia.

La curcuma è anche nota con il nome di zafferano delle indie.

E’ una spezia largamente utilizzata nella cucina indiana e mediorientale.

Si ricava da una pianta chiamata Curcuma Longa, coltivata principalmente nel sud dell’India.

Questa spezia si impiega da oltre 5000 anni nella medicina ayurvedica come depurativo generale, digestivo, antinfiammatorio, contro la dissenteria, artrite e disturbi epatici.

L’olio essenziale contiene curcumina, proteine, glucosio, vitamina C e fruttosio.

Proprietà e benefici : la Curcuma è da tempo sotto attenti studi scientifici. Ciò che ha catturato l’attenzione dei ricercatori è la bassissima incidenza di tumori in India, il paese in cui si registra il maggior consumo di curcuma al mondo. Sono state scoperte interessanti azioni antiossidanti. Questa sarebbe da attribuire alla curcumina, sostanza presente all’interno della spezia e dotata di un forte potere antiossidante, bloccando la crescita di cellule tumorali e trasformando i radicali liberi in sostanze innocue all’organismo. Oltre a questa incredibile proprietà, molte altre le sono riconosciute : antinfiammatorio, digestivo ed epatoprottetore. E’ indicata in caso di abuso di alcool o farmaci pesanti per la protezione del fegato, come digestivo per digestione lenta, pesantezza o disturbi intestinali e molto altro.

Ma i benefici di questa spezia non finiscono qui. La curcumina ha anche proprietà cicatrizzanti : in India viene applicato il rizoma di curcuma per curare ferite, scottature, punture d’insetti e malattie della pelle. Infine, secondo un recente studio, può essere considerata un buon alleato nel rinforzare le difese immunitarie. Secondo questo studio, dopo l’assunzione della spezia verrebbe attivato un’enzima antimicrobico, già presente nel nostro organismo, le cui potenzialità verrebbero triplicate !!

In caso di influenza o malanni di stagione, quindi, un buon piatto con la curcuma può essere di grande aiuto !

Come utilizzarla :

Provare ad aggiungere alcune fettine (senza buccia) di curcuma all’acqua di cottura della pasta. Poi schiacciatela e aggiungetela al condimento. Ottima integrazione la si ottiene con cereali come ceci o lenticchie. Due fettine in una tazza di tè nero darà un sapore particolarmente orientale alla bevanda.

Nelle medicine orientali, in caso di disturbi intestinali, la si aggiunge a un bicchiere di acqua calda lasciandola 10 minuti in infusione, per meglio digerire e trasformare il cibo anche in energia.

Curcuma dal colore caldo del sole un grande dono che porta l’energia del benessere !

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *