FARINE DI LEGUMI

FARINE DI LEGUMI

Sempre impegnati nella ricerca di nuovi prodotti, da oggi abbiamo inserito le FARINE DI LEGUMI.

In particolare parliamo di quella di PISELLI, LENTICCHIE e FAGIOLI che si vanno ad aggiungere a tutte le altre farine presenti in negozio  : ad oggi siamo a circa 50 tipi  diversi di farine !

Ecco alcune delle caratteristiche delle farine che potete scaricare come pdf :

FARINA DI PISELLI

Farina ottenuta dalla lavorazione dei piselli verdi essiccati su macine in pietra naturale. I piselli appartengono alla famiglia delle Leguminose e sono rinomati per la loro versatilità in ambito culinario.
Da un punto di vista nutrizionale i piselli (è quindi la farina), sono tonici, diuretici (grazie alla presenza del potassio), energetici e rafforzano le difese naturali dell’organismo agendo sul riequilibrio dell’ intestino. Ma la ricchezza di questi piccoli legumi sta nella presenza di acido folico, unito a quello della vitamina C e a sali minerali
Sono inoltre ricchi di proteine, calcio, potassio, ferro, magnesio e fosforo, nonchè di fibra insolubile e solubile, tra cui due probiotiche, l’inulina e la pectina (in parte fermentate dalla flora batterica con la produzione di importanti acidi grassi, il propionico e il buttirico). Tra le vitamine spiccano la B1, B2, B3 e A.
Modalita’ d’Uso:
Può essere impiegata per prodotti da forno dolci e salati in misura variabile dal 10 al 30% in abbinamento alla farina di frumento o ad altre tipologie simili. La farina di piselli conferisce un gradevole sapore, migliora la morbidezza, aumenta il tenore proteico e abbassa l’indice glicemico dei prodotti a cui viene aggiunta.
Può inoltre essere impiegata per aumentare la “forza” (W) delle farine che generano glutine (farro, frumento e Kamut), impiegata nella misura ridotta del 1% in relazione alla farina che si vuole rinforzare.

FARINA PISELLI FARINA PISELLI

FARINA DI LENTICCHIE

Farina ottenuta dalla lavorazione delle lenticchie verdi (non decorticate) su macine in pietra naturale.
Da un punto di vista nutrizionale, questa farina, è ricca di proteine e carboidrati a basso indice glicemico.
Inoltre è particolarmente diuretica, galattogena (favorisce la produzione di latte), ricca di fibra insolubile e solubile, tra cui due fibre probiotiche: l’inulina e la pectina (in parte fermentate dalla flora batterica con la produzione di importanti acidi grassi, il propionico e il buttirico).
Sono inoltre presenti in misura elevata sali minerali come potassio, calcio, fosforo, ferro, zinco; vitamine B1, B2 e B3.

Modalita’ d’Uso:
Può essere impiegata per prodotti da forno dolci e salati in misura variabile dal 10 al 30% in abbinamento alla farina di frumento.
La farina di lenticchie conferisce un gradevole sapore, migliora la morbidezza, aumenta il tenore proteico e abbassa l’indice glicemico dei prodotti a cui viene aggiunta.
Può inoltre essere impiegata per aumentare la forza (W) delle farine che generano glutine (frumento, farro, e Kamut) nella misura ridotta dell’1% in relazione alla farina che si desidera rinforzare.

FARINA LENTICCHIE farina lenticchie

FARINA DI FAGIOLI

Si ottiene dalla macinazione dei fagioli borlotti (essiccati e crudi), privati di impurità e sostanze estranee.
Da un punto di vista nutrizionale, questa farina, è particolarmente diuretica, ricchissima di fibra insolubile e solubile, tra cui quella probiotica, l’inulina e la pectina (in parte fermentate dalla flora batterica con la produzione di importanti acidi grassi, il propionico e buttirico).
Sono presenti in misura elevata sali minerali come calcio, fosforo, ferro, zinco e vitamine: B1, B2 e B3.

Modalità d’uso:
Si impiega principalmente nei prodotti da forno per aumentare la percentuale proteica, per migliorarne il sapore e la morbidezza. Essendo priva di proteine che generano glutine, è indispensabile impiegarla con farina che genera glutine (frumento, kamut o farro), al fine di rendere l’impasto sufficientemente legato.
Può inoltre essere impiegata nella preparazione di zuppe, purchè venga cotta.

FARINA FAGIOLI FARINA FAGIOLI

 

0 commenti

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *