Insalata di pasta alla greca

Una bellissima meta per le vacanze è lo scoprire i meravigliosi paesi che si affacciano sul bel mar Mediterraneo. Tra le mete più gettonate c’è la Grecia : non solo per il bel mare e i luoghi archeologici, ma anche per l’ ospitalità e il cibo.

La cucina greca è tipicamente mediterranea, con influenze mediorientali. Sulla tavola abbondano verdure, carne, pesce freschissimo : i piatti tradizionali sono conditi da ottimo olio d’oliva, profumati dalle spezie (rosmarino, timo, origano) e ovviamente accompagnati dal buon vino dell’uva maturata al sole.

Fra le ricette greche più rinomate troviamo la moussaka : un pasticcio a base di carne tritata e melanzane con besciamella e formaggio; i souvlaki : i tipici spiedini di carne speziata; lo tzatziki : una salsa cremosa di yogurt, cetrioli, aglio e aneto; il gyros ovvero il kebab fatto allo spiedo. Per concludere in dolcezza, il baklava : un dessert di croccante pasta fillo farcita con miele e frutta secca.

La ricetta che vogliamo proporre è un’insalata greca trasformata in un primo piatto semplice, fresco e leggero : un’ottima soluzione da portare come pranzo al sacco in spiaggia.

Ingredienti :

250 gr pasta semola di grano duro   –   350 gr pomodorini ciliegini colorati (rossi e gialli)   –   1 cetriolo   –

1 peperone verde   –   1 cipolla rossa di tropea   –   80 gr di olive nere snocciolate   –   150 gr feta   –

3 o 4 rametti di origano fresco   –   2 spicchi d’aglio fresco   –   1 cucchiaio di succo di limone   –

2 o 3 cucchiai di aceto bianco   –   5 cucchiai olio di oliva   –   sale   –   pepe

Procedimento :

per prima cosa far cuocere la pasta in abbondante acqua per il tempo indicato. Scolarla e farla raffreddare sotto l’acqua corrente.

Preparare tutte le verdure : lavare i pomodorini e tagliarli a metà; lavare il cetriolo e tagliarlo in piccoli cubetti. Tagliare il peperone eliminando picciolo, semi, filamenti bianchi e ridurlo in striscioline. Sbucciare la cipolla e tagliarla finemente. Scolare le olive e tagliarle a rondelle.

Sciacquare la feta e tagliarla a dadini. Tritare le foglie di origano tenendone qualcuna da parte da usare come guarnizione. Ora preparare la salsa del condimento : sbucciare l’aglio e tritarlo finemente, unire il succo di limone, l’aceto, l’olio, sale e pepe ed emulsionare il condimento mischiando velocemente.

Mettere tutte le verdure preparate e la pasta in una ciotola adeguata e condire con la salsa d’aglio.

Mescolare bene e completare il piatto con le foglioline di origano.

BUON APPETITO !

Ecco tutto in pdf

INSALATA DI PASTA ALLA GRECA

 

Olio di Cocco : quanti usi ?

Molti non sanno che l’olio di cocco ha una consistenza più simili a quella del burro : si presenta infatti in forma solida e fonde solo quando raggiunge la temperatura di 25° C circa.

E’ ricco di vitamina E ed applicato sul corpo dopo il bagno o la doccia rende molto morbida anche la pelle più secca, donando elasticità e tono. Inoltre, contiene acido laurico, sostanza dalle spiccate proprietà antivirali, antimicrobiche, antiprotozoarie e antifungine, che rende l’olio di cocco molto utilizzato nelle preparazioni cosmetiche che richiedono la presenza di una naturale azione antisettica.

Olio di cocco sulla pelle

Come già detto, l’olio di cocco si può applicare puro direttamente sulla pelle, ancora meglio dopo la doccia, quando il corpo è ancora bagnato, oppure possiamo aggiungerlo all’acqua della vasca per un bagno emolliente. Se vogliamo però creare un prodotto unico e semplicissimo che ci accompagni per tutta l’estate, possiamo realizzare una Mousse idratante per il corpo. 

Per crearla occorre :

100 gr di olio di cocco

80 gr di gel d’Aloe vera

Se l’olio di cocco è solido, portarlo alla sua consistenza liquida, scaldandolo leggermente a bagno Maria (meglio evitare il micro onde). Amalgamare l’olio con il gel d’Aloe mescolando energeticamente con un cucchiaio per inglobare aria (per qualche minuto). Per velocizzare il procedimento si può utilizzare in alternativa un frullatore a immersione. Piano piano gli ingredienti si trasformeranno in una meravigliosa mousse adatta anche come dopo sole, grazie all’azione lenitiva dell’Aloe.

Anti smagliature

Con l’olio di cocco è possibile creare una miscela anti smagliature, mescolandolo in parti uguali insieme all’olio di mandorle dolci. Da applicare massaggiando sulla zona interessata.

Olio di cocco sui capelli

Dopo averlo riportato allo stato liquido, si applica direttamente sul cuoio capelluto, aggiungendo poche gocce di acqua per diluire. Se i capelli sono lunghi e spessi, utilizzare 75 ml, mentre se sono corti e fini, basteranno 45 ml. Si consiglia di indossare una cuffia, della pellicola trasparente o un asciugamano e di tenerlo in posa qualche ora. Terminato il tempo di posa, lavare i capelli con lo shampoo. Potrà essere necessario ripetere lo shampoo due o tre volte, fino a far sparire del tutto l’effetto oleoso.

L’olio di cocco rende i capelli splendenti, setosi e ne facilità la crescita, fornisce nutrimento ai capelli danneggiati, li protegge dagli agenti esterni ed è efficace contro la forfora.

Balsamo labbra

Idratare e proteggere le labbra dal sole è indispensabile in estate, ecco quindi la ricetta per un burro di cacao al cocco. Occorre :

1 cucchiaio di olio di mandorle

2 chucchiai rasi di olio di cocco

1 cucchiaio abbondante di cera d’api in scaglie

5 gocce di olio essenziale a vostro piacere (facoltativo)

Mettete tutti gli ingredienti a bagno Maria, mescolando finchè sia la cera che l’olio di cocco non si sono completamente sciolti. Lasciare intiepidire per 3 / 4 minuti e trasferire tutto in degli stick o dei barattolini, lasciando solidificare per tutta la notte.

Olio abbronzante

Se fate fatica a prendere colore e abbronzarvi, l’olio di cocco viene assorbito abbastanza rapidamente dalla pelle e stimola la produzione di melanina, quindi sarà facile abbronzarsi più velocemente, senza stare al sole troppo a lungo. Tuttavia, il fattore di protezione solare dell’olio di cocco è basso (pari a una protezione 7 o 8), pertanto è necessario abbinarlo a fattori protettivi più alti se si ha la pelle chiara o si è al primo sole.

E’ possibile realizzare anche un olio cremoso al cocco con i seguenti ingredienti :

1 bicchiere olio di sesamo

2 cucchiai di olio di cocco

2 cucchiai di burro di cacao

Mettete tutti gli ingredienti in un barattolo ed amalgamare insieme. Il composto sarà pronto per essere utilizzato così com’è.

Ecco tutto in pdf

olio cocco

 

 

CAFFE’…MOLTEPLICI USI !

Il caffè è una delle bevande più amate dagli italiani e non solo : il suo aroma, la sua consistenza calda e piacevole, il suo gusto morbido e il suo potere energetico lo rendono un elemento immancabile della nostra giornata.

Ma le proprietà benefiche del caffè non si fermano qui : grazie alla sua ricca miscela, all’ alta concentrazione di caffeina, tutto il corpo può beneficiare dei numerosi vantaggi del caffè, non solo come bevanda, ma trasformato in prodotto beauty !

Maschera viso al caffè, per eliminare le impurità

Occorrente :

  • 4 cucchiai di caffè in polvere (anche i fondi utilizzati possono andare bene)

  • 8 cucchia di latte di cocco

  • 2 cucchia di malto di riso

Mescolate vigorosamente tutti gli ingredienti e applicare lo scrub sul viso, distribuendolo in maniera uniforme con alcuni massaggi rotatori leggeri e delicati. Dopo aver lasciato in posa il composto per circa 15′, potete risciacquare con acqua tiepida. Già dalle prime applicazioni avrete la sensazione di una pelle più pulita e liscia, completamente liberata dalle impurità.

Scrub al caffè

Occorrente :

  • qualche cucchiaio di caffè e alcuni fondi già utilizzati

  • abbondante zucchero di canna

  • un filo di olio di oliva

  • un cucchiaio di cannella e uno di noce moscata in polvere

Mescolate tutti gli ingredienti fino a che il composto non diventerà particolarmente denso. A questo punto non dovrete fare altro che applicare lo scrub lungo tutto il corpo, massaggiando a fondo, prima della doccia.

Posa di caffè per la cellulite

Il caffè rappresenta un elemento davvero efficace anche per chi vuole combattere gli inestetismi di cellulite, buccia d’arancia e ritenzione dei liquidi.

Per creare una posa di caffè è necessario versare all’interno di un recipiente :

  • 4 cucchiai circa di caffè in polvere

  • 2 cucchiai di olio di cocco

  • 2 cucchiai di olio di oliva

A questo punto aggiungete un paio di gocce di olio essenziale alla menta. Amalgamate il tutto, maggiate con delicatezza il composto sulle parti del corpo interessate da questi inestetismi, eseguendo un movimento circolare salendo sempre dal basso verso l’alto.

Dopo una decina di minuti di trattamento, potete lavare via i residui con un getto d’acqua fresca, ideale per energizzare i tessuti e rendere il corpo più tonico.

Capelli più lucidi e splendenti

Il caffè è un grande alleato di bellezza anche per i nostri capelli. In particolare, tutti coloro che hanno i capelli scuri, possono utilizzare i fondi raffreddati di caffè per ravvivare i riflessi, regalando al capello un colore lucido e splendente.

Diluite i fondi avanzati con un po’ di acqua tiepida, mescolando il tutto fino a che il composto non sarà di media intensità.

A questo punto applicatelo sui capelli per una ventina di minuti, prima di procedere al risciacquo utilizzando lo shampoo.

Ripetendo il trattamento una volta alla settimana i vostri capelli risplenderanno di sfumature naturali e risulteranno rinforzati, grazie alle proprietà rinvigorenti ed energizzanti del caffè.

caffè..molteplici usi

Alcune ricette contro il caldo

Con il tanto sospirato arrivo del caldo stagionale, inizia il periodo in cui si suda, si hanno perdite di liquidi e, di conseguenza, di sali minerali e vitamine.

Molte persone non sopportano le temperature e si “lamentano” dell’eccessivo caldo .

Un alimento che per molte persone sembra strano usare, è il peperoncino . A molti potrà sembrare strano perchè il primo effetto durante l’ingestione di questa spezia è un aumento del caldo corporeo. In realtà il corpo si scalda e la persona inizia a sudare ma così facendo il corpo ESPELLE il calore, raffreddando il corpo.

Anche l’alimentazione va moderata e vanno preferiti cibi più estivi. Oggi vogliamo proporvi alcune ricette che possono aiutarci con questo clima .

PENNE CON PESTO DI AVOCADO

Vi proponiamo un primo piatto dal gusto esotico grazie al pesto di avocado, che può essere adatto anche a chi ha problematiche di intolleranze al glutine o a persone celiache, purchè si presti attenzione ad utilizzare pasta certificata senza glutine.

Ingredienti per 4 persone :

320 gr di Penne (a voi la scelta del cereale) – 1 Avocado – foglie di basilico – 50 gr di tofu al naturale (ATTENZIONE : in caso di ricetta SENZA GLUTINE, utilizzare un tofu certificato) – olio extra vergine d’oliva – 20 gr di pinoli

Preparazione :

Sbucciate l’avocado e lavate le foglie di basilico.

Mettete tutto in un mixer insieme al tofu, ai pinoli e all’olio, che aggiungerete poco per volta, fino ad ottenere un pesto cremoso.

Cuocete la pasta e nel frattempo preparate qualche foglia di basilico e delle fettine di avocado per guarnire il piatto.

Questo è un piatto super veloce e allo stesso tempo sano e nutriente.

Consiglio : passate le lame del mixer sotto l’acqua freddissima, in modo che il basilico e l’avocado mantengano il loro verde vivace.

PATE’  DI  NOCI

Ingredienti per 4 persone :

200 GR  di noci sgusciate – 1 cucchiaio di miso di orzo – 1 cipolla – 1 pizzico di origano – 1 spicchio d’aglio (facoltativo) – olio extra vergine oliva – sale.

Preparazione :

Le noci, sgusciate e spezzettate, vanno messe a bagno in acqua 1 ora prima dell’utilizzo.

Nel frattempo, tritate la cipolla e soffriggetela con un poco di olio, 1 cucchiaio di acqua e sale, fino a che sia ben dorata e cotta.  Versatela poi in una bella ciotola, aggiungete alla cipolla, tutti gli ingredienti, compresi 2 o 3 cucchiai di olio e sbattete bene prima con un frullatore a immersione, perché tutto diventi fine e cremoso, poi a mano, energicamente e con costanza, perché si trasformi in un impasto omogeneo. Se amate i sapori forti, tritate dentro anche l’aglio crudo, altrimenti lasciatene solo lo spicchio schiacciato a dare aroma e poi toglietelo prima di servire. Alla fine assaggiate e, in caso, aggiungete poco olio e regolate di sale.

Servite questo paté saporito e sostanzioso, non solo con classici crostini integrali di pane, ma soprattutto con sottili fettine di carota, o anche di mela verde, oppure su fette di patate lessate, sarà un modo diverso di iniziare il pranzo. 

Consiglio : 50 gr di noci al giorno per tenere sotto controllo il colesterolo e il cuore.

ANTIPASTO

Gazpacho all’avocado

Ingredienti per 6-8 persone:

800 grammi di pomodori

3 avocado ben maturi

½ peperone verde

½ cetriolo

½ cipolla rossa o scalogno (che e’ piu’ delicato)

100 grammi di olio extravergine

1 spicchio d’aglio

Foglie di coriandolo o erba cipollina o basilico fresco(facoltativo)

Sale e pepe

Preparazione :

Tenete da parte delle fettine o dei cubetti di avocado per decorare il bicchiere. Frullate tutti gli ingredienti e lasciate raffreddare il gazpacho in frigorifero per almeno 2 ore prima di servire. Se si gradisce si aggiungono foglie di coriandolo fresco o prezzemolo o fili di erba cipollina o basilico che aiutano la digestione, l’assimilazione del calcio, la sudorazione e l’espulsione delle tossine.

PRIMO

Lasagne crudiste con cremosita’ di anacardi e sugo di pomodoro a crudo

Ingredienti

500 gr Zucchine a fette sottili

200 gr Spinacini freschi o daikon a fette sottili

200 gr Pomodori ramati

150 gr pesto fresco gia’ pronto(altrimenti fatevelo voi solo con basilico, pinoli e olio)

30 ml Olio Evo(se non usate il pesto)

crema di anacardi:

100 gr Anacardi

Q.b. Sale

sugo di pomodoro a crudo:

15 pomodori secchi sott’olio

1 manciata di mandorle

1 manciata di noci di macadamia

Ricetta:

Preparazione del formaggio di anacardi:

mettete a bagno per 12h gli anacardi, scolateli sucessivamente, quindi frullateli con un minipimer aggiungendo circa 100 ml di acqua (quantità variabile) e due pizzichi di sale.

Preparazione del sugo di pomodoro a crudo:

Lasciare in ammollo mandorle e noci di macadamia per almeno 12 ore, scolare i pomodori sott’olio e frullare con tutti gli ingredienti , usando anche un po’ dell’origano fresco, frullare fino at ottenere un composto omogeneo e cremoso. Aggiustare di sale e guarnire con origano fresco.

Preparazione degli strati:

Tagliate le zucchine e il daikon a fette lunghe e sottili con l’aiuto di un pelapatate, quindi salatele leggermente e mettetele in un colapasta con un pizzico di sale sparso sopra, in modo che perdano la loro acqua. Tagliate a fette di 1cm circa il pomodoro. In una pirofila o una teglia da forno, iniziate a stratificare i vari ingredienti secondo il seguente ordine: zucchine, fettine sottili di daikon o foglie di spinaci freschi, pomodori. Poi aggiungete formando delle righe sopra le verdure: gocce di pesto fresco, sugo di pomodoro e formaggio di anacardi, ricreate quindi la stratificazione delle verdure, continuate con le creme e proseguite fino a rimanere 2 dita sotto al bordo della pirofila. Alla fine della stratificazione, irrorate con l’olio (se non avete usato il pesto) e aggiungete come decorazione qualche goccia di formaggio di anacardi e di sugo di pomodoro e mettete le lasagne in frigo, coperte tenendo a contatto della pellicola trasparente.

Lasciate riposare per almeno due ore

Crema acidula di soia alle erbe aromatiche

Ingredienti : 

2 vasetti di yogurt di soia al naturale senza dolcificanti aggiunti, erbe aromatiche fresche a piacere: erba cipollina, timo, salvia, rosmarino, maggiorana, origano, sale e pepe, 1 colino 1 fazzoletto di cotone.

Preparazione : 

Questa crema deve essere preparata almeno 3 giorni prima, usando solo il frigorifero: si prende un colino di medie dimensioni (anche scolapasta) e lo si fodera con una garza pulita che non si sfilacci (i bendaggi per le ferite vanno benissimo)e si versa semplicemente lo yogurt e lo si copre con un piatto, sotto il colino si posiziona una tazza ampia o un pentolino, dove raccogliere il siero che comincera’ a fuoriuscire dallo yogurt. Questo siero e’ ottimo da conservarsi e usare se si vuole per cucinare torte e biscotti e aiuta la lievitazione.

Dopo 2-3 giorni(ricordatevi di verificare il livello del siero nel contenitore sottostante), lo yogurt si sara’ addensato al punto giusto, e sara’ pronto per essere condito con un trito di erbe aromatiche fresche a vostro piacere ed aggiustato con sale e pepe. Mescolate e uniformate molto bene il condimento alla crema di yogurt che diventera’ salata mantenendo un gusto acidulo. Questa crema si puo’ quindi servire come insaporitore di insalate, su crostini o rendere nuovamente leggermente liquida con succo di limone (1 C.) per condire al posto dell’olio un mix di verdure e/o insalate.

CONTORNO

Insalata siciliana di limoni

Ingredienti :

2 limoni,

1 ceppo di indivia (ins. Belga),

1 C. capperi sotto sale,

6 pomodori secchi, 1 cipollotto piccolo fresco,

1 cetriolo

1 costa di sedano

1 C. Di olio evo,

Preparazione :

Tagliare finemente a spicchi i limoni (se bio non sbucciarli), sciacquare i capperi molto bene dal sale e strizzarli, tagliare a striscioline i pomodori secchi, affettare il cipollotto, il sedano e il cetriolo ed unire quindi tutti gli ingredienti. Guarnire con foglie di menta e spolverata di gomasio nero. Condire con la crema acidula.

Limone : e’ un eccellente alimento, oltre a ribilanciare con il succo il ph delle mucose della pelle e del sangue, se si usano biologici, nella buccia contengono la rutina e nella polpa la vitamina C (ne contengono molto di piu’ che nelle arance), rutina e vitamina C insieme sono alleate preziose per elasticita’ e forza delle pareti dei capillari, quindi aiutano la circolazione (gambe gonfie e pesanti, varici) e prevengono anche i lividi.

Cetriolo : Ha proprieta’ diuretiche e quindi favorisce il flusso delle urine. Favorisce la crescita dei capelli e unghie grazie a : silicio e zolfo e da ottimi risultati se abbinato a carota, spinaci e lattuga. Cetriolo e carota insieme aiutano per i disturbi reumatici per eccesso da acidi urici e se si aggiunge la barbabietola si ottengono risultati piu’ veloci. Il cetriolo contiene molto potassio e quindi e’ ottimo per aiutare a bilanciare la pressione. E’ un ottimo alleato anche per chi soffre di piorrea e ha denti e gengive deboli.

Sedano : Ricchissimo di sodio, aiuta molto a normalizzare la temperatura corporea inoltre velocizza l’eliminazione dell’anidride carbonica . Se si hanno problemi a polmoni e bronchi in combinazione con il succo di carota e’ di aiuto. Inoltre essendo ricco anche di magnesio e ferro e’ prezioso per le cellule del sangue. Il succo di carota, insieme al sedano aiutano a rigenerare le cartilagini delle articolazioni.

DOLCE

TORTA di CAROTE e COCCO con MANDORLE

Ingredienti : 

400 g carote

150g datteri

100g mandorle

2 Cucchiai di sciroppo di riso

scorza di 2 limoni

succo di 2 limoni

1 Cucchiaio di burro di cocco

2 cucchiaini di vaniglia(facoltativa)

panna di mandorle:

mandorle lasciate in ammollo per 12 ore

farina di cocco

malto

panna di mandorle

La panna si ottiene frullando mandorle ammollate, la farina di cocco e il malto.

Si conserva in frigorifero per qualche giorno.

Il composto per gli strati:

frullare per pochi minuti tutti gli ingredienti: carote, datteri, mandorle e scorza del limone. Si ottiene un composto omogeneo ma che rimane comunque granuloso.

Preparazione : 

Aggiungere in una terrina il malto e il burro di cocco e la vaniglia, aggiungere il composto e amalgamare molto bene. Riporre quindi in frigo per far solidificare E’ perfetto per creare i soffici strati della torta alternandoli alla panna di mandorle. Per comporre la torta si devono alternare gli strati di base raffreddati e la panna di mandorle con l’aiuto di un coppapasta o di una teglia con cerniera per dolci. Infine, si ricopre interamente con la candida panna di mandorle. La si rimette in frigorifero per almeno 1 ora o in freezer per 20 minuti. Decorarla con fiori, menta e scorza di limone, ma potete usare frutta fresca o secca o semi e noci.

Carota: Vi sembrerà strano, ma la carota cruda, si presta benissimo alla preparazione di dolci. In questo caso è accompagnata da mandorle e limone. Contiene un’enorme fonte di vit.A ma anche molte altre vitamine importanti (B, C, D E, G e K), il succo favorisce la digestione e stimola nei malati l’appettito. Migliora la struttura di ossa e denti, le puerpere vengono aiutate nella quantita’ e qualita’ del latte dal succo di questa radice. Il succo di carota dissolve ulcere e combatte le infezioni stimolando le ghiandole surrenali, previene anche le infezioni agli occhi, alla gola e alle tonsille e degli organi respiratori in generale. Il succo di carota aiuta anche le vie epatiche e’ un’ottima fonte di calcio, magnesio e fosforo, e’ composto da un insieme di elementi che nutrono l’intero organismo, aiutando a normalizzare il peso e l’equilibrio chimico.

Qui potete trovare le ricette in pdf

RICETTE VARIE

 

I micronutrienti

 

La salute dell’uomo, e la sua capacità di resistere allo stress, dipendono direttamente dal raggiungimento di un buono stato nutrizionale e quindi da una corretta alimentazione.

Oltre ai nutrienti più conosciuti, definiti “macronutrienti”, quali carboidrati, proteine e grassi, esistono anche i micronutrienti, sostanze nutritive indispensabili per il mantenimento di uno stabile equilibrio organico.

Spesso, al giorno d’oggi, i problemi nutrizionali sono correlati ad un’eccessiva assunzione di macronutrienti od un ridotto apporto di micronutrienti.

Alla classe dei micronutrienti fanno parte sia le vitamine che i minerali. Entrambi vengono definiti essenziali, in quanto devono necessariamente essere assunti con la dieta: l’organismo umano non è in grado di sintetizzarli.

I MINERALI svolgono delle funzioni vitali per l’organismo. Nonostante siano richiesti in piccole quantità, i fisiologici processi dell’organismo, quali la crescita, la produzione dell’energia, l’attivazione di enzimi e molte altre normali funzioni non avverrebbero senza di essi: il calcio ed il fosforo, ad esempio, hanno un ruolo strutturale, in quanto sono i componenti essenziali dell’osso, il ferro partecipa al trasporto dell’ossigeno nel sangue, ed il magnesio è coinvolto nei processi di sintesi e trasformazione dell’energia.  Il Potassio non ha raccomandazioni di assunzione ma solo indicazioni di adeguatezza, in quanto le necessità di assunzione dipendono dalle perdite corporee giornaliere (ad esempio dalla sudorazione).

Ognuno di questi micronutrienti deve essere assunto nella giusta quantità. Quale migliore modo per raggiungere l’equilibrio nutrizionale se non attraverso gli alimenti naturali? Più la nostra dieta è varia, ricca di colori, sapori, sana, rispettosa della stagionalità, e più facilmente raggiungeremo l’equilibrio. La frutta secca ed essiccata, i semi oleosi ed i vegetali sono degli integratori naturali ideali e un’ ottima fonte di micronutrienti minerali. Alcuni di essi vengono chiamati superfood perché sono naturalmente ricchi di nutrienti in concentrazione superiore alla media.

Un minerale molto importante per la nostra salute è il MAGNESIO.

Il magnesio è uno ione intracellulare coinvolto in numerose reazioni metaboliche dell’organismo. In particolare è utile:

  • nei processi che trasformano gli alimenti in composti essenziali per il corpo umano, come nel caso della sintesi proteica,
  • durante la formazione di energia,
  • per lo sviluppo ed il mantenimento dell’osso
  • nella contrazione muscolare durante l’esercizio.

Quante funzioni per un unico, piccolissimo elemento! È dunque importante curare l’introito giornaliero del magnesio per mantenerci in salute, forti, vitali e tonici.

Le principali fonti alimentari di magnesio sono rappresentate dai legumi, frutta secca, cereali integrali, crusca e cacao.

Un’alimentazione sana ed equilibrata, ricca di sostanze vegetali risulta dunque una solida garanzia per soddisfare i nostri fabbisogni quotidiani. Non è necessaria l’introduzione di integratori artificiali perché la natura ci fornisce di tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Basta seguire una dieta ricca di legumi e cereali integrali, ad esempio spuntini “spezza-fame” con snack a base di frutta secca e fave di cacao.

La Quinoa

quinoaLA QUINOA

La quinoa (Chenopodium quinoa wild) è una pianta erbacea annuale tipica delle Ande, uno degli alimenti più importanti non solo della civiltà Inca, ma anche di alcune culture andine.

La pianta presenta fusti fibrosi alti fino a 2 metri e sviluppa grosse spighe costituite da numerosi prodotti.

È in grado di prosperare in climi umidi ed asciutti, in diverse condizioni di terreno, di temperature (da sotto zero a 38°C) e ad altitudini elevate.

Pur non essendo un cereale, la quinoa può essere utilizzata in modo simile a questi, ed è perciò considerata uno pseudo cereale. È naturalmente priva di glutine, ha proprietà nutritive molto valide : un alto valore proteico, è una fonte naturale di fibre, ha un alto contenuto di fosforo ed è considerata facile da digerire

Il suo utilizzo in cucina è ampio : sostituisce pasta o riso, si accompagna a piatti a base di verdure, legumi, ecc…

Molto nota ed usata da vegetariani e vegani per le sue grandi proprietà, la quinoa racchiude un concentrato di nutrienti diversi ed importanti per l’organismo, rendendola quasi un alimento unico.

Il 2013 è stato dichiarato, da parte dell’assemblea generale delle Nazioni Unite, anno internazionale della quinoa, come riconoscimento per i popoli indigeni andini, che hanno mantenuto, controllato, protetto e conservato la quinoa come cibo per le generazioni presenti e future attraverso la conoscenza e le pratiche del vivere in armonia con la natura.

L’obiettivo è quello di focalizzare l’attenzione del mondo sul ruolo che la quinoa gioca a sostegno della biodiversità, sul suo valore nutritivo, sull’eliminazione della povertà a sostegno del raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del millennio.

La si può trovare anche in forma di farina ed è un ingrediente versatile e ideale come farina alternativa, naturalmente senza glutine, da usare in purezza o insieme ad altre farine.

Gli Inca la chiamavano “chisiya mama” cioè “madre di tutti i semi”.

In cucina la farina di quinoa si usa per preparare prodotti da forno, sia dolci che salati, biscotti, gallette, pane, grissini, torte…

Ecco due semplici ricette :

PENNE DI QUINOA CON CREMA DI AVOCADO, BASILICO E SPINACINI

penne quinoa con crema avocado

Ingredienti per 4 persone :

  • 200 gr penne di riso e quinoa

  • 2 avocado maturi

  • 300 gr spinacini freschi

  • 60 gr basilico fresco

  • 2 limoni

  • peperoncino in polvere

  • mandorle in scaglie

  • sale e pepe

  • olio extra vergine d’oliva

Preparazione :

tagliate a metà gli avocado, rimuovete il nocciolo centrale, togliete la buccia e tagliateli a pezzettoni. Lavate e asciugate il basilico e gli spinacini. Nel tritatutto mettete l’avocado, le foglie di basilico, gli spinacini, il succo dei limoni, una spolverata di peperoncino, un pizzico di pepe, una bella presa di sale, un po’ d’olio e circa 6 cucchiai d’acqua.

Azionate il tritatutto e frullate fino ad ottenere una crema liscia.

In una pentola portate a bollore abbondante acqua salata e lessatevi le penne al dente. Quando saranno pronti, tenete da parte una tazza d’acqua di cottura, scolatele e conditele con la crema di avocado.

Se fosse necessario ammorbidite la crema allungandola con l’acqua di cottura tenuta da parte.

Servite e completate ogni piatto con delle scaglie di mandorle.

FOCACCIA DI QUINOA CON POMODORINI E BASILICO

focaccia quinoa con pomodorini

Ingredienti per 4 persone :

  • 350 gr farina di quinoa

  • 8 cucchia di olio extra vergine d’oliva

  • lievito per torte salate

  • 100 ml di acqua tiepida

  • 200 gr pomodori maturi

  • basilico fresco

Preparazione :

mescolate tutti gli ingredienti secchi in una terrina, quindi aggiungetevi l’acqua e l’olio extra vergine d’oliva. Mescolate bene per evitare i grumi e lavorate fino ad ottenere una massa liscia. Stendete la pasta, che come verificherete sarà piuttosto morbida, su una teglia rettangolare coperta da carta da forno.

Decorate la superficie della focaccia di quinoa con i pomodorini freschi lavati e tagliati, quindi cuocete in forno caldo a 180°C per 30 minuti.

Trenette al pesto amoroso

Trenette al pesto

TRENETTE AL PESTO AMOROSO

Ingredienti per 2 persone

  • 200 gr Trenette
  • 20 gr basilico
  • 1 spicchio d’aglio
  • 20 gr pecorino grattugiato
  • 40 gr parmigiano grattugiato
  • 1 manciata di pinoli
  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Mettete tutti gli ingredienti nel mixer fino ad avere un impasto fine.

Lessate al dente le trenette, scolatele e conditele con il pesto e servite.

Note

L’abbinamento aglio, basilico è vincente. Da una parte l’aglio che è considerato un “alimento caldo” è salutare, dietetico, battericida ed afrodisiaco. Per i romani l’aglio era sacro a Cerere, dea della fertilità.

Dall’altra parte il basilico considerato fin dall’antichità un’erba magica sacra a Venere.

Frullati : delizia dei sensi

Nel frullato tutta la salutare energia di frutta e verdura

Formule profumate colorate delizia dei sensi

Frutta-e-verdura-

FRAPPE’ VERDE LINFA ESOTICO:

150 g di cavolo nero tagliato a pezzi, 80 g di mango a pezzi, 1 banana, 120 ml latte di soia, 120 ml acqua di cocco, 1 cucchiaino di fiocchi di cocco disidratati, 6 cubetti di ghiaccio.

Frullate il cavolo e i liquidi fino ad amalgamarli, poi aggiungere i restanti ingredienti e frullare sino ad avere un composto omogeneo.

POMPELMO GIOIOSO :

240 ml di succo di pompelmo, 1 banana, 80 g di fragole, 2 kiwi pelati, 2-3 cucchiai di Yogurt di soia.

Frullare tutto insieme a velocità crescente fino ad ottenere una consistenza omogenea.

PERE SEMI DI ZUCCA IL VIVIFICATORE:

200 g di pere a fettine, 30 g di spinaci a pezzettini, 1 banana, 3 cucchiai di semi di zucca crudi, 120 ml di acqua di cocco, 6 cubetti di ghiaccio.

Per frullare più tranquillamente, mettete a bagno i semi di zucca quindi scolateli e lavateli, poi frullate tutti gli ingredienti a velocità crescente fino ad avere un composto gelato.

MIRTILLI E BASILICO DOLCE RILASSANTE:

150 g mirtilli, 1 banana, 240 ml latte di soia alla vaniglia, 1-2 cucchiai di Basilico sminuzzato, 6 cubetti di ghiaccio.

Frullate tutto assieme aumentando gradualmente la velocità fino ad ottenere una consistenza omogenea.

GUSTOSI, NUTRIENTI, CREATIVI, DA CONDIVIDERE, NUTRIRSI GIOIENDO.

Frullato di ortofrutta

frullati-di-frutta-e-verdura-

Un frullato al giorno toglie la stanchezza di torno…

Dolce armonia noci e carote:

60 g di carote grattugiate, 300 ml latte di soia alla vaniglia, 2 cucchiai di noci sminuzzate crude, 120 g di ananas a pezzi , ½ banana, 1 cucchiaino di sciroppo di agave, 2-3 pizzichi di cannella polvere, 3 cubetti di ghiaccio.

Versare le carote e il latte di soia nel frullatore e frullate partendo da bassa velocità fino all’alta per avere una miscela amalgamata. Aggiungete gli ingredienti rimanenti e frullate ancora a velocità crescente sino a una fresca miscelatura.

Frappè Oasi ristoratrice:

4 datteri senza nocciolo, 1 banana congelata, 300 ml di latte di soia alla vaniglia, 2 cucchiai di noci pecam crude, 3 pizzichi di cannella polvere, 1-2 pizzichi di pepe di Cayenna, 6 cubetti di ghiaccio.

Frullate i datteri e le noci con latte di soia fino ad amalgamarli un po’. Aggiungere gli ingredienti rimanenti e frullate a velocità crescente fino ad ottenere una consistenza omogenea.

Elisir vitalità del cuore:

180 ml succo di arancia, 60 ml latte soia, 80 g mirtilli congelati, 80 g di more congelate, 20 g barbabietola grattugiata, ½ cucchiaino di zenzero grattugiato, 6 cubetti di acqua di cocco.

Con la centrifuga spremete barbabietole e zenzero per frullarli più facilmente e avere una consistenza più vellutata. Altrimenti potete frullarli ad alta velocità se necessario. Frullate poi tutti gli ingredienti a velocità crescente fino a renderli omogenei.

Un rito per iniziare la giornata apportando nutrienti vitalità e gioia.

Crespelle di grano saraceno

CRESPELLE DI GRANO SARACENO CON FAGIOLINI E CIPOLLOTTI

SENZA GLUTINE

Ingredienti per 4 persone :

300 gr di fagiolini

150 gr di farina di grano saraceno

3 uova

4 cipollotti

300 ml di latte di riso

olio di oliva extravergine

sale

Preparazione :

Mescolate la farina insieme alle uova e a una presa di sale.

Quindi incorporate poco alla volta il latte mescolando con una frusta e facendo attenzione a non formare grumi .

Alla fine, la pastella dovrà risultare liscia e omogenea.

Ungete e mettete a scaldare una padella da crepe oppure una padella col fondo pesante. Quando ben calda versatevi una cucchiaiata abbondante di pastella stendendola su tutto il fondo. Cuocetela per circa un minuto per parte. Dovrete ottenere 8 crespelle.

Lessate i fagiolini in acqua salata, senza coprirli, per una decina di minuti, scolateli e fateli raffreddare subito sotto l’acqua per mantenere il colore verde brillante.

Tagliate i cipollotti a rondelle, uniteli ai fagiolini e conditeli con 2 cucchiai d’olio e un pizzico di sale. Farcite le crespelle con questo misto e servitele subito.

crespelle