Perché siamo nati con questo blog

images (5)Ciao a tutti !

anche noi abbiamo deciso, come molti, di iniziare a tenere un blog che parli, come dice il nome, di BENESSERE.

L’ abc del benessere nasce con l’intenzione di divulgare e discutere notizie inerenti l’alimentazione, lo sport ed il benessere in generale.

Perché questo nome : abc del benessere? Perché vogliamo cercare di iniziare e crescere con voi parlando di A = allenamento e alimentazione B = benessere psico fisico, salute, naturopatia… C = cibo sotto forma di ricette ed articoli che parlino delle proprietà e caratteristiche dei singoli alimenti.

Sappiamo che ne esistono molti di siti simili, ma la nostra passione abbiamo deciso di cercare di trasmetterla a tutti coloro che condividono o meno le nostre idee, la nostra filosofia….

Beh…come inizio vi abbiamo già stancato molto, quindi….che ABC DEL BENESSERE  NASCA !!!!

Alcune ricette contro il caldo

Con il tanto sospirato arrivo del caldo stagionale, inizia il periodo in cui si suda, si hanno perdite di liquidi e, di conseguenza, di sali minerali e vitamine.

Molte persone non sopportano le temperature e si “lamentano” dell’eccessivo caldo .

Un alimento che per molte persone sembra strano usare, è il peperoncino . A molti potrà sembrare strano perchè il primo effetto durante l’ingestione di questa spezia è un aumento del caldo corporeo. In realtà il corpo si scalda e la persona inizia a sudare ma così facendo il corpo ESPELLE il calore, raffreddando il corpo.

Anche l’alimentazione va moderata e vanno preferiti cibi più estivi. Oggi vogliamo proporvi alcune ricette che possono aiutarci con questo clima .

PENNE CON PESTO DI AVOCADO

Vi proponiamo un primo piatto dal gusto esotico grazie al pesto di avocado, che può essere adatto anche a chi ha problematiche di intolleranze al glutine o a persone celiache, purchè si presti attenzione ad utilizzare pasta certificata senza glutine.

Ingredienti per 4 persone :

320 gr di Penne (a voi la scelta del cereale) – 1 Avocado – foglie di basilico – 50 gr di tofu al naturale (ATTENZIONE : in caso di ricetta SENZA GLUTINE, utilizzare un tofu certificato) – olio extra vergine d’oliva – 20 gr di pinoli

Preparazione :

Sbucciate l’avocado e lavate le foglie di basilico.

Mettete tutto in un mixer insieme al tofu, ai pinoli e all’olio, che aggiungerete poco per volta, fino ad ottenere un pesto cremoso.

Cuocete la pasta e nel frattempo preparate qualche foglia di basilico e delle fettine di avocado per guarnire il piatto.

Questo è un piatto super veloce e allo stesso tempo sano e nutriente.

Consiglio : passate le lame del mixer sotto l’acqua freddissima, in modo che il basilico e l’avocado mantengano il loro verde vivace.

PATE’  DI  NOCI

Ingredienti per 4 persone :

200 GR  di noci sgusciate – 1 cucchiaio di miso di orzo – 1 cipolla – 1 pizzico di origano – 1 spicchio d’aglio (facoltativo) – olio extra vergine oliva – sale.

Preparazione :

Le noci, sgusciate e spezzettate, vanno messe a bagno in acqua 1 ora prima dell’utilizzo.

Nel frattempo, tritate la cipolla e soffriggetela con un poco di olio, 1 cucchiaio di acqua e sale, fino a che sia ben dorata e cotta.  Versatela poi in una bella ciotola, aggiungete alla cipolla, tutti gli ingredienti, compresi 2 o 3 cucchiai di olio e sbattete bene prima con un frullatore a immersione, perché tutto diventi fine e cremoso, poi a mano, energicamente e con costanza, perché si trasformi in un impasto omogeneo. Se amate i sapori forti, tritate dentro anche l’aglio crudo, altrimenti lasciatene solo lo spicchio schiacciato a dare aroma e poi toglietelo prima di servire. Alla fine assaggiate e, in caso, aggiungete poco olio e regolate di sale.

Servite questo paté saporito e sostanzioso, non solo con classici crostini integrali di pane, ma soprattutto con sottili fettine di carota, o anche di mela verde, oppure su fette di patate lessate, sarà un modo diverso di iniziare il pranzo. 

Consiglio : 50 gr di noci al giorno per tenere sotto controllo il colesterolo e il cuore.

ANTIPASTO

Gazpacho all’avocado

Ingredienti per 6-8 persone:

800 grammi di pomodori

3 avocado ben maturi

½ peperone verde

½ cetriolo

½ cipolla rossa o scalogno (che e’ piu’ delicato)

100 grammi di olio extravergine

1 spicchio d’aglio

Foglie di coriandolo o erba cipollina o basilico fresco(facoltativo)

Sale e pepe

Preparazione :

Tenete da parte delle fettine o dei cubetti di avocado per decorare il bicchiere. Frullate tutti gli ingredienti e lasciate raffreddare il gazpacho in frigorifero per almeno 2 ore prima di servire. Se si gradisce si aggiungono foglie di coriandolo fresco o prezzemolo o fili di erba cipollina o basilico che aiutano la digestione, l’assimilazione del calcio, la sudorazione e l’espulsione delle tossine.

PRIMO

Lasagne crudiste con cremosita’ di anacardi e sugo di pomodoro a crudo

Ingredienti

500 gr Zucchine a fette sottili

200 gr Spinacini freschi o daikon a fette sottili

200 gr Pomodori ramati

150 gr pesto fresco gia’ pronto(altrimenti fatevelo voi solo con basilico, pinoli e olio)

30 ml Olio Evo(se non usate il pesto)

crema di anacardi:

100 gr Anacardi

Q.b. Sale

sugo di pomodoro a crudo:

15 pomodori secchi sott’olio

1 manciata di mandorle

1 manciata di noci di macadamia

Ricetta:

Preparazione del formaggio di anacardi:

mettete a bagno per 12h gli anacardi, scolateli sucessivamente, quindi frullateli con un minipimer aggiungendo circa 100 ml di acqua (quantità variabile) e due pizzichi di sale.

Preparazione del sugo di pomodoro a crudo:

Lasciare in ammollo mandorle e noci di macadamia per almeno 12 ore, scolare i pomodori sott’olio e frullare con tutti gli ingredienti , usando anche un po’ dell’origano fresco, frullare fino at ottenere un composto omogeneo e cremoso. Aggiustare di sale e guarnire con origano fresco.

Preparazione degli strati:

Tagliate le zucchine e il daikon a fette lunghe e sottili con l’aiuto di un pelapatate, quindi salatele leggermente e mettetele in un colapasta con un pizzico di sale sparso sopra, in modo che perdano la loro acqua. Tagliate a fette di 1cm circa il pomodoro. In una pirofila o una teglia da forno, iniziate a stratificare i vari ingredienti secondo il seguente ordine: zucchine, fettine sottili di daikon o foglie di spinaci freschi, pomodori. Poi aggiungete formando delle righe sopra le verdure: gocce di pesto fresco, sugo di pomodoro e formaggio di anacardi, ricreate quindi la stratificazione delle verdure, continuate con le creme e proseguite fino a rimanere 2 dita sotto al bordo della pirofila. Alla fine della stratificazione, irrorate con l’olio (se non avete usato il pesto) e aggiungete come decorazione qualche goccia di formaggio di anacardi e di sugo di pomodoro e mettete le lasagne in frigo, coperte tenendo a contatto della pellicola trasparente.

Lasciate riposare per almeno due ore

Crema acidula di soia alle erbe aromatiche

Ingredienti : 

2 vasetti di yogurt di soia al naturale senza dolcificanti aggiunti, erbe aromatiche fresche a piacere: erba cipollina, timo, salvia, rosmarino, maggiorana, origano, sale e pepe, 1 colino 1 fazzoletto di cotone.

Preparazione : 

Questa crema deve essere preparata almeno 3 giorni prima, usando solo il frigorifero: si prende un colino di medie dimensioni (anche scolapasta) e lo si fodera con una garza pulita che non si sfilacci (i bendaggi per le ferite vanno benissimo)e si versa semplicemente lo yogurt e lo si copre con un piatto, sotto il colino si posiziona una tazza ampia o un pentolino, dove raccogliere il siero che comincera’ a fuoriuscire dallo yogurt. Questo siero e’ ottimo da conservarsi e usare se si vuole per cucinare torte e biscotti e aiuta la lievitazione.

Dopo 2-3 giorni(ricordatevi di verificare il livello del siero nel contenitore sottostante), lo yogurt si sara’ addensato al punto giusto, e sara’ pronto per essere condito con un trito di erbe aromatiche fresche a vostro piacere ed aggiustato con sale e pepe. Mescolate e uniformate molto bene il condimento alla crema di yogurt che diventera’ salata mantenendo un gusto acidulo. Questa crema si puo’ quindi servire come insaporitore di insalate, su crostini o rendere nuovamente leggermente liquida con succo di limone (1 C.) per condire al posto dell’olio un mix di verdure e/o insalate.

CONTORNO

Insalata siciliana di limoni

Ingredienti :

2 limoni,

1 ceppo di indivia (ins. Belga),

1 C. capperi sotto sale,

6 pomodori secchi, 1 cipollotto piccolo fresco,

1 cetriolo

1 costa di sedano

1 C. Di olio evo,

Preparazione :

Tagliare finemente a spicchi i limoni (se bio non sbucciarli), sciacquare i capperi molto bene dal sale e strizzarli, tagliare a striscioline i pomodori secchi, affettare il cipollotto, il sedano e il cetriolo ed unire quindi tutti gli ingredienti. Guarnire con foglie di menta e spolverata di gomasio nero. Condire con la crema acidula.

Limone : e’ un eccellente alimento, oltre a ribilanciare con il succo il ph delle mucose della pelle e del sangue, se si usano biologici, nella buccia contengono la rutina e nella polpa la vitamina C (ne contengono molto di piu’ che nelle arance), rutina e vitamina C insieme sono alleate preziose per elasticita’ e forza delle pareti dei capillari, quindi aiutano la circolazione (gambe gonfie e pesanti, varici) e prevengono anche i lividi.

Cetriolo : Ha proprieta’ diuretiche e quindi favorisce il flusso delle urine. Favorisce la crescita dei capelli e unghie grazie a : silicio e zolfo e da ottimi risultati se abbinato a carota, spinaci e lattuga. Cetriolo e carota insieme aiutano per i disturbi reumatici per eccesso da acidi urici e se si aggiunge la barbabietola si ottengono risultati piu’ veloci. Il cetriolo contiene molto potassio e quindi e’ ottimo per aiutare a bilanciare la pressione. E’ un ottimo alleato anche per chi soffre di piorrea e ha denti e gengive deboli.

Sedano : Ricchissimo di sodio, aiuta molto a normalizzare la temperatura corporea inoltre velocizza l’eliminazione dell’anidride carbonica . Se si hanno problemi a polmoni e bronchi in combinazione con il succo di carota e’ di aiuto. Inoltre essendo ricco anche di magnesio e ferro e’ prezioso per le cellule del sangue. Il succo di carota, insieme al sedano aiutano a rigenerare le cartilagini delle articolazioni.

DOLCE

TORTA di CAROTE e COCCO con MANDORLE

Ingredienti : 

400 g carote

150g datteri

100g mandorle

2 Cucchiai di sciroppo di riso

scorza di 2 limoni

succo di 2 limoni

1 Cucchiaio di burro di cocco

2 cucchiaini di vaniglia(facoltativa)

panna di mandorle:

mandorle lasciate in ammollo per 12 ore

farina di cocco

malto

panna di mandorle

La panna si ottiene frullando mandorle ammollate, la farina di cocco e il malto.

Si conserva in frigorifero per qualche giorno.

Il composto per gli strati:

frullare per pochi minuti tutti gli ingredienti: carote, datteri, mandorle e scorza del limone. Si ottiene un composto omogeneo ma che rimane comunque granuloso.

Preparazione : 

Aggiungere in una terrina il malto e il burro di cocco e la vaniglia, aggiungere il composto e amalgamare molto bene. Riporre quindi in frigo per far solidificare E’ perfetto per creare i soffici strati della torta alternandoli alla panna di mandorle. Per comporre la torta si devono alternare gli strati di base raffreddati e la panna di mandorle con l’aiuto di un coppapasta o di una teglia con cerniera per dolci. Infine, si ricopre interamente con la candida panna di mandorle. La si rimette in frigorifero per almeno 1 ora o in freezer per 20 minuti. Decorarla con fiori, menta e scorza di limone, ma potete usare frutta fresca o secca o semi e noci.

Carota: Vi sembrerà strano, ma la carota cruda, si presta benissimo alla preparazione di dolci. In questo caso è accompagnata da mandorle e limone. Contiene un’enorme fonte di vit.A ma anche molte altre vitamine importanti (B, C, D E, G e K), il succo favorisce la digestione e stimola nei malati l’appettito. Migliora la struttura di ossa e denti, le puerpere vengono aiutate nella quantita’ e qualita’ del latte dal succo di questa radice. Il succo di carota dissolve ulcere e combatte le infezioni stimolando le ghiandole surrenali, previene anche le infezioni agli occhi, alla gola e alle tonsille e degli organi respiratori in generale. Il succo di carota aiuta anche le vie epatiche e’ un’ottima fonte di calcio, magnesio e fosforo, e’ composto da un insieme di elementi che nutrono l’intero organismo, aiutando a normalizzare il peso e l’equilibrio chimico.

Qui potete trovare le ricette in pdf

RICETTE VARIE

 

Suggerimenti per il caldo

Con l’ innalzarsi delle temperature non è infrequente che la pressione tenda ad abbassarsi , complice l’afa che spesso non da tregua. I sintomi sono fastidiosi e vanno dal mal di testa, spossatezza, nausea, capogiri, senso di gonfiore generalizzato fino a perdita di concentrazione.

Cosa fare per far fronte a questo problema?

  1. Sodio e Potassio, i nostri alleati
    Uno si trova soprattutto nel sale da cucina. L’altro in verdura e legumi. Se si soffre di pressione bassa il sale deve essere usato, 
    sempre con una certa moderazione, ma non eliminato. Questo perchè il sodio è un minerale che aiuta nell’innalzamento pressorio (non a caso chi soffre di ipertensione deve ridurre l’apporto di questo minerale!). Consigliamo il sale marino integrale che, oltre a contenere sodio e cloro (come il sale comune), contiene altri minerali tra cui lo iodio.
  2. Acqua
    è indispensabile essere sempre idratati. La mattina iniziare con un semplice bicchiere d’acqua liscia a temperatura ambiente o leggermente tiepida con qualche goccia di succo di limone, può andar bene anche un tè o una tisana. Durante poi tutta la giornata è essenziale idratarsi e non solo quando si mangia, l’ideale è avere sempre una bottiglia d’acqua o borraccia d’acqua con sé per essere sicuri di bere almeno 1 litro e mezzo d’acqua al giorno oltre a tè, tisane, frutta, verdura, centrifugati, frullati e vellutate che naturalmente sono ricchi di acqua. Molte persone, soprattutto andando avanti con l’età, perdono lo stimolo della sete. L’idratazione è d’obbligo quando fa troppo caldo e i liquidi vengono persi in particolare attraverso la sudorazione. E’ buona cosa non bere volumi esagerati di acqua molto velocemente, ma distribuirla nel corso della giornata. Scegliete acqua a medio residuo (intorno ai 500 mg/l) che integra i minerali persi ed evita un’eccessiva diuresi che può essere controproducente in chi soffre di ipotensione!
  3. Evitare pasti elaborati
    Sono preferibili pasti leggeri, con 
    pochi ingredienti e di veloce cottura. Facili da digerire, non appesantiscono né lo stomaco né il resto del corpo. evitare i cibi troppo elaborati e raffinati, avere una dieta prevalentemente vegetale. includere sempre frutta e verdura freschi, ridurre le proteine animali, e soprattutto mangiare poco, bisognerebbe alzarsi da tavola non completamente “pieni”, fare 3 pasti e 2 spuntini.  Cereali integrali conditi con verdure e legumi. Hummus di ceci su crostini di pane e insalata. Gazpacho fresco o creme di zucchine. In questa stagione preferite le erbe aromatiche alle spezie: le prime sono ricche di antiossidanti, le seconde causano un aumento della temperatura corporea a seguito della loro metabolizzazione.
  4. Il movimento
    il caldo e la spossatezza non aiutano per l’attività fisica, ma meno si fa e peggio si sta. Il movimento muscolare permette di pompare sangue al cuore, mantenendo la pressione ad un certo livello. Se soffrite di pressione bassa evitate comunque di praticare sport nelle ore più calde del giorno, scegliendo di farlo quando l’aria è ancora fresca di prima mattina, entro le 7:30-8:00, oppure la sera, verso le 20:00-21:00.

Ogni nuova stagione può essere l’occasione per un nuovo inizio e fare le scelte giuste nella vita di tutti i giorni, per sentirci bene e carichi di energia.

 Ecco qualche altro consiglio facile da seguire e ad alto impatto sul nostro benessere:

  • Svegliarsi presto – creare un rituale del mattino con le cose che ci piacciono e ci motivano a scendere dal letto, ma anche gesti che poi non avremmo più modo di fare durante la giornata quindi fate une buona colazione : frutta fresca di stagione e un buon caffè. Prima però si potrebbero fare 10-15 minuti, ma anche 20-25 minuti per i più motivati, di attività fisica, alternando le parti del corpo da lavorare. E se avete i minuti contati, 5 minuti di esercizi sono 1.000 volte meglio di niente! Sembra buffo, ma anche  scegliere una bella canzone piuttosto che fastidiosi bip come suoneria della sveglia può aiutare, meglio dormire un buon sonno senza interruzioni fino all’ora prevista piuttosto che quel sonno ad intermittenza da quando suona la prima volta la sveglia a quando ci si alza. 
  • Dormire bene – il giusto numero di ore (ogni persona sa di quante ore ha bisogno per sentirsi bene la mattina), rilassarsi, evitare di guardare TV e cellulare prima di addormentarsi, magari leggere un buon libro accompagnato da una tisana, abbassare le luci già almeno un’ora prima di coricarsi, accendere delle candele, ascoltare la musica. Non mangiare subito prima di andare a letto e soprattutto mangiare poco e leggero, poco salato, prediligere alimenti ricchi di nutrienti e facili da digerire.
  • Muoversi – fissare almeno 2 giorni a settimana in cui si fa un’attività fisica, quanto più possibile aerobica e all’aria aperta di almeno un’oretta. Si potrebbe andare a correre , per i meno allenati si può alternare corsa e camminata, fare un bel giro in bici  o anche semplicemente una camminata a passo svelto. Due ore nell’arco di una settimana (quindi su 168 ore) possiamo anche organizzarle. Chi ha bambini e non ha nessuno che riesce a tenerli può coinvolgerli, non sono quindi una scusa, se sono piccoli da passeggino, seggiolino
    o marsupio li portiamo. Vi assicuro che si può correre anche con un passeggino normale e non solo con quelli costosissimi da corsa, e i bambini si divertono da pazzi ad andare veloce. Per i meno temerari anche camminare a passo veloce può andare.
  • Essere felici – sembra banale ma è essenziale, non bisogna inseguire una felicità assoluta e irrealizzabile ma bisogna cercare di essere felici della vita di tutti i giorni, impegnarsi in ogni cosa per poi essere soddisfatti di sé, degli obiettivi raggiunti. Cercare di organizzarsi per vivere tutti i giorni dei momenti qualitativi. Se non è possibile avere tempo per fare le cose che ci piacciono e per stare con le persone importanti per noi,per fare sport, per stare con gli amici, bisogna organizzarsi affinché si riesca comunque a dedicare ogni giorno, anche poco tempo, ma completamente dedicato a queste attività. Non ha senso cenare davanti alla TV, dare la pappa al proprio bambino stando al cellulare, andare a correre pensando al lavoro. Dedichiamoci pienamente a quello che stiamo facendo, vedrete che aiuterà ad essere felici.

I micronutrienti

 

La salute dell’uomo, e la sua capacità di resistere allo stress, dipendono direttamente dal raggiungimento di un buono stato nutrizionale e quindi da una corretta alimentazione.

Oltre ai nutrienti più conosciuti, definiti “macronutrienti”, quali carboidrati, proteine e grassi, esistono anche i micronutrienti, sostanze nutritive indispensabili per il mantenimento di uno stabile equilibrio organico.

Spesso, al giorno d’oggi, i problemi nutrizionali sono correlati ad un’eccessiva assunzione di macronutrienti od un ridotto apporto di micronutrienti.

Alla classe dei micronutrienti fanno parte sia le vitamine che i minerali. Entrambi vengono definiti essenziali, in quanto devono necessariamente essere assunti con la dieta: l’organismo umano non è in grado di sintetizzarli.

I MINERALI svolgono delle funzioni vitali per l’organismo. Nonostante siano richiesti in piccole quantità, i fisiologici processi dell’organismo, quali la crescita, la produzione dell’energia, l’attivazione di enzimi e molte altre normali funzioni non avverrebbero senza di essi: il calcio ed il fosforo, ad esempio, hanno un ruolo strutturale, in quanto sono i componenti essenziali dell’osso, il ferro partecipa al trasporto dell’ossigeno nel sangue, ed il magnesio è coinvolto nei processi di sintesi e trasformazione dell’energia.  Il Potassio non ha raccomandazioni di assunzione ma solo indicazioni di adeguatezza, in quanto le necessità di assunzione dipendono dalle perdite corporee giornaliere (ad esempio dalla sudorazione).

Ognuno di questi micronutrienti deve essere assunto nella giusta quantità. Quale migliore modo per raggiungere l’equilibrio nutrizionale se non attraverso gli alimenti naturali? Più la nostra dieta è varia, ricca di colori, sapori, sana, rispettosa della stagionalità, e più facilmente raggiungeremo l’equilibrio. La frutta secca ed essiccata, i semi oleosi ed i vegetali sono degli integratori naturali ideali e un’ ottima fonte di micronutrienti minerali. Alcuni di essi vengono chiamati superfood perché sono naturalmente ricchi di nutrienti in concentrazione superiore alla media.

Un minerale molto importante per la nostra salute è il MAGNESIO.

Il magnesio è uno ione intracellulare coinvolto in numerose reazioni metaboliche dell’organismo. In particolare è utile:

  • nei processi che trasformano gli alimenti in composti essenziali per il corpo umano, come nel caso della sintesi proteica,
  • durante la formazione di energia,
  • per lo sviluppo ed il mantenimento dell’osso
  • nella contrazione muscolare durante l’esercizio.

Quante funzioni per un unico, piccolissimo elemento! È dunque importante curare l’introito giornaliero del magnesio per mantenerci in salute, forti, vitali e tonici.

Le principali fonti alimentari di magnesio sono rappresentate dai legumi, frutta secca, cereali integrali, crusca e cacao.

Un’alimentazione sana ed equilibrata, ricca di sostanze vegetali risulta dunque una solida garanzia per soddisfare i nostri fabbisogni quotidiani. Non è necessaria l’introduzione di integratori artificiali perché la natura ci fornisce di tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Basta seguire una dieta ricca di legumi e cereali integrali, ad esempio spuntini “spezza-fame” con snack a base di frutta secca e fave di cacao.

Integratore naturale di Magnesio, Potassio e Ferro

Con l’arrivo della bella stagione, delle giornate che si allungano, torna la voglia di uscire, di fare sport, di sudare.

Questo comporta una perdita di liquidi contenenti sali minerali che vanno correttamente reintegrati.

Ecco un nuovo prodotto completamente naturale, comodo (essendo in pratiche bustine da sciogliere in acqua) e che apporta POTASSIO, MAGNESIO E FERRO !

Si tratta dell’ ACQUA DI COCCO IN POLVERE DISIDRATATA A FREDDO ! Per una rapida idratazione e una scorta di Magnesio, Potassio e Ferro tutta NATURALE. La natura ci ha offerto questo alimento buono e perfetto per il reintegro dei liquidi : contiene i  cinque elettroliti essenziali che non solo sono utili in allenamento, ma anche per tenere sotto controllo la pressione: sodio, potassio, magnesio, calcio e fosforo. Il consumo regolare di questa bevanda naturale aiuta il corpo a regolare e tenere sotto controllo la pressione e a reintegrare i minerali persi in estate per il caldo e la sudorazione. 

L’Acqua di Cocco di Ambrosiae è in polvere e viene ottenuta attraverso la disidratazione a freddo. Per questo motivo mantiene tutti gli elettroliti necessari al nostro organismo. Le comode bustine monodose sono una soluzione pratica per avere la nostra bevanda naturale e rivitalizzante a portata di mano.

I suoi valori nutrizionali li potete vedere qui :

 

La Quinoa

quinoaLA QUINOA

La quinoa (Chenopodium quinoa wild) è una pianta erbacea annuale tipica delle Ande, uno degli alimenti più importanti non solo della civiltà Inca, ma anche di alcune culture andine.

La pianta presenta fusti fibrosi alti fino a 2 metri e sviluppa grosse spighe costituite da numerosi prodotti.

È in grado di prosperare in climi umidi ed asciutti, in diverse condizioni di terreno, di temperature (da sotto zero a 38°C) e ad altitudini elevate.

Pur non essendo un cereale, la quinoa può essere utilizzata in modo simile a questi, ed è perciò considerata uno pseudo cereale. È naturalmente priva di glutine, ha proprietà nutritive molto valide : un alto valore proteico, è una fonte naturale di fibre, ha un alto contenuto di fosforo ed è considerata facile da digerire

Il suo utilizzo in cucina è ampio : sostituisce pasta o riso, si accompagna a piatti a base di verdure, legumi, ecc…

Molto nota ed usata da vegetariani e vegani per le sue grandi proprietà, la quinoa racchiude un concentrato di nutrienti diversi ed importanti per l’organismo, rendendola quasi un alimento unico.

Il 2013 è stato dichiarato, da parte dell’assemblea generale delle Nazioni Unite, anno internazionale della quinoa, come riconoscimento per i popoli indigeni andini, che hanno mantenuto, controllato, protetto e conservato la quinoa come cibo per le generazioni presenti e future attraverso la conoscenza e le pratiche del vivere in armonia con la natura.

L’obiettivo è quello di focalizzare l’attenzione del mondo sul ruolo che la quinoa gioca a sostegno della biodiversità, sul suo valore nutritivo, sull’eliminazione della povertà a sostegno del raggiungimento degli obiettivi di sviluppo del millennio.

La si può trovare anche in forma di farina ed è un ingrediente versatile e ideale come farina alternativa, naturalmente senza glutine, da usare in purezza o insieme ad altre farine.

Gli Inca la chiamavano “chisiya mama” cioè “madre di tutti i semi”.

In cucina la farina di quinoa si usa per preparare prodotti da forno, sia dolci che salati, biscotti, gallette, pane, grissini, torte…

Ecco due semplici ricette :

PENNE DI QUINOA CON CREMA DI AVOCADO, BASILICO E SPINACINI

penne quinoa con crema avocado

Ingredienti per 4 persone :

  • 200 gr penne di riso e quinoa

  • 2 avocado maturi

  • 300 gr spinacini freschi

  • 60 gr basilico fresco

  • 2 limoni

  • peperoncino in polvere

  • mandorle in scaglie

  • sale e pepe

  • olio extra vergine d’oliva

Preparazione :

tagliate a metà gli avocado, rimuovete il nocciolo centrale, togliete la buccia e tagliateli a pezzettoni. Lavate e asciugate il basilico e gli spinacini. Nel tritatutto mettete l’avocado, le foglie di basilico, gli spinacini, il succo dei limoni, una spolverata di peperoncino, un pizzico di pepe, una bella presa di sale, un po’ d’olio e circa 6 cucchiai d’acqua.

Azionate il tritatutto e frullate fino ad ottenere una crema liscia.

In una pentola portate a bollore abbondante acqua salata e lessatevi le penne al dente. Quando saranno pronti, tenete da parte una tazza d’acqua di cottura, scolatele e conditele con la crema di avocado.

Se fosse necessario ammorbidite la crema allungandola con l’acqua di cottura tenuta da parte.

Servite e completate ogni piatto con delle scaglie di mandorle.

FOCACCIA DI QUINOA CON POMODORINI E BASILICO

focaccia quinoa con pomodorini

Ingredienti per 4 persone :

  • 350 gr farina di quinoa

  • 8 cucchia di olio extra vergine d’oliva

  • lievito per torte salate

  • 100 ml di acqua tiepida

  • 200 gr pomodori maturi

  • basilico fresco

Preparazione :

mescolate tutti gli ingredienti secchi in una terrina, quindi aggiungetevi l’acqua e l’olio extra vergine d’oliva. Mescolate bene per evitare i grumi e lavorate fino ad ottenere una massa liscia. Stendete la pasta, che come verificherete sarà piuttosto morbida, su una teglia rettangolare coperta da carta da forno.

Decorate la superficie della focaccia di quinoa con i pomodorini freschi lavati e tagliati, quindi cuocete in forno caldo a 180°C per 30 minuti.

Gli integratori alimentari

Fresh, organic fruit and vegetable juices

Nelle scienze dell’alimentazione, gli integratori alimentari sono prodotti specifici che, assunti oltre la regolare alimentazione, favoriscono l’assunzione di determinati principi nutritivi non presenti, normalmente, in una dieta non corretta, sbilanciata o insufficiente.

La maggior parte dei nutrizionisti concorda sul fatto che gli integratori vengano consigliati nei casi in cui l’organismo abbia una reale carenza di determinati elementi o sostanze.

Non si tratta quindi di sostanze curative, ma sono utili a integrare una normale dieta, completandola nei casi di aumento reale fabbisogno.

In base alle loro proprietà nutrizionali, vanno assunti entro certi limiti di sicurezza, tenendo conto delle RDA (recommended dietary allowances), ossia le raccomandazioni degli specialisti.

Oltre questi limiti dichiarati, possono risultare inutili o addirittura dannosi.

Gli integratori vengono per lo più assunti da soggetti in casi di convalescenza o di forte stress debilitante o durante le pratiche sportive da parte degli atleti. La direttiva 2002 / 46 / CE regolamenta in Europa la produzione e vendita di integratori alimentari, non ad uso medicinale.

Esistono in commercio molti tipi di integratori, diversificati a seconda delle necessità.

– Coadiuvanti di diete ipocaloriche : solitamente assunti per il controllo o la riduzione del peso corporeo.

– Integratori vitaminici : l’organismo non produce autonomamente vitamine, ma utilizza quelle esistenti in natura ed ingerite con gli alimenti. Nei casi di carenza, in cui il regime alimentare non sia sufficiente a raggiungere la razione necessaria alla fisiologia dell’organismo, gli integratori vitaminici possono compensare l’alimentazione.

– Integratori di sali minerali, proteici e di aminoacidi : sono un utile apporto alla dieta degli sportivi, che con la sudorazione perdono molti sali; inoltre, l’attività sportiva intensa richiede una massa muscolare sempre efficiente. Consentono quindi di recuperare le perdite e rifornire l’organismo di energia e nutrienti per evitare stanchezza ed eccessivo affaticamento.

– Integratori energetici : a base di zuccheri semplici e composti, integrati con vitamine del gruppo B, C ed E, sono utili al raggiungimento della quota calorica indispensabile per l’organismo in movimento. Solitamente vengono utilizzati nella pratica sportiva intensa ed in particolar modo nelle discipline aerobiche di lunga durata. L’uso di questi integratori è utile solo nel caso in cui la dieta non soddisfi totalmente le necessità metaboliche dell’atleta.

Gli integratori vanno assunti solamente dopo aver consultato uno specialista e in base alle indicazioni e posologie consigliate.

Il “fai da te” in molti casi può portare a fenomeni di ipervitaminosi, con conseguenti danni al fegato che potrebbe non riuscire ad espellere le quantità di vitamine in eccesso.

Parliamo di capelli – parte 2 –

Parliamo di….CAPELLI

(2^ parte )

LA FITOCOSMESI E LA FITOTERAPIA

Per avere capelli belli e sani è importante curare l’alimentazione come abbiamo visto nella prima parte dello “speciale capelli”.

Anche le piante officinali possono aiutarci a prevenire la caduta dei capelli sia assumendole per bocca, sia per uso cosmetico. Scopriamo insieme i migliori rimedi della natura.

La fitoterapia per la caduta dei capelli:

Ci sono piante utili da assumere in tisane, compresse, polveri, tinture madri, ricche di sali minerali utilissimi per rinforzare i capelli e portare loro nutrimento.

L’Ortica è ricca di vitamine, ferro e altri sali minerali, acido folico, clorofilla, flavonoidi e altre sostanze benefiche per ristrutturare i capelli dall’interno, quindi nutrendoli, ossigenando il cuoio capelluto e migliorando la nostra energia. In tintura madre sono consigliate 30 gocce 3 volte al giorno in acqua. Ottimo anche l’infuso da bere durante la giornata, 2-3 tazze.

L’Equiseto è una pianta preistorica, ricchissima di silice organica biodisponibile e altri sali minerali che aiutano la crescita e la ricrescita del capello, rinforzando anche ossa e unghie.

Altre erbe utili sono l’Alfa alfa, la Bardana e il Tè verde, che aiutano a rinforzare i capelli, mentre la Serenoa repens è indicata soprattutto per l’alopecia androgenica.

fitoterapia_fitocosmesi

Fitocosmesi per la caduta dei capelli:

Tra le varie piante utili per contrastare la caduta dei capelli troviamo l’Ortica e l’Equiseto, ricchi di sali minerali, in particolare di silicio organico molto assimilabile. Si possono fare dei decotti da frizionare sul cuoio capelluto oppure da utilizzare in TM (tintura madre) come lozioni.

Anche la Tussilago farfara è indicata per la caduta dei capelli, in quanto stimola la circolazione sanguigna, diminuisce la forfora e l’eccesso di sebo.

L’olio essenziale di Rosmarino è stimolante della crescita del capello, energizzando il follicolo e limitando la caduta.

La Betulla e la Bardana hanno proprietà dermopurificanti e rinforzanti, utili anche in miscela con Equiseto e Salvia ricca di fitoestrogeni, per migliorare la circolazione sanguigna del cuoio capelluto.

Un’altra pianta dalle proprietà ristrutturanti e sostenenti la crescita del capello è il Capelvenere, una felce ricca di mucillagini e tannini che proteggono i capelli e li rendono più forti.

L’olio di semi di Zucca ha eccellenti proprietà anti caduta, rinforza il bulbo, utilizzato tutti i giorni aumenta la ricrescita dei capelli del 40% in 6 mesi .

(vedi articolo : https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24864154)

Anche l’olio dei semi di Uva (olio di vinaccioli) è molto utile per la cura e la bellezza dei capelli, aiutando a prevenirne la caduta.

La ricetta cosmetica fai da te

Olio nutriente anti caduta pre shampoo:

olio di vinaccioli 50 ml

olio di zucca 50 ml

olio essenziale di rosmarino 5 gocce

olio essenziale di limone 5 gocce

olio essenziale di salvia officinalis 5 gocce

olio essenziale di menta piperita 3 gocce

Massaggiare bene sul cuoio capelluto asciutto e lasciare in posa almeno 20 minuti, se possibile anche tutta la notte e poi utilizzare uno shampoo specifico anti caduta.

PROTEGGIAMOLI DAI RAGGI UV IN INVERNO E IN ESTATE

E’ ormai scientificamente provato che i raggi UV determinano cambiamenti chimici al fusto dei capelli.

L’esposizione prolungata ai RAGGI ULTRAVIOLETTI , sia naturali che “artificiali”, come nel caso delle lampade UV, provocano foto ossidazione al capello, causando perdita di proteine dalla cuticola e una minore resistenza del capello alla trazione, provocando quindi rottura del capello stesso.

Inoltre diminuisce l’efficacia e tenuta della messa in piega, tintura, permanente e aumentano i danni dei trattamenti chimici. Il capello diventa sempre più secco, fragile, opaco e tende a sbiadirsi. E’ anche possibile vedere dei piccolissimi punti bianchi lungo il fusto che corrispondono a piccole zone di frattura.

Solitamente un’esposizione prolungata ed eccessiva alla luce del sole o delle lampade provoca anche un aumento dell’effluvio nella fase di telogen (vedi “parliamo di capelli parte 1)

Il danno può manifestarsi a qualsiasi età, il capello possiede un pigmento che si trova all’interno del fusto ed è un mezzo di protezione che controlla l’effetto negativo dei raggi solari. Ecco perché maggiore è la concentrazione della melanina contenuta nella parte interna del capello, minore è il danno. La cuticola (parte più esterna) non contiene melanina ed è per questo che subisce i danni più importanti.

Questo implica l’importanza di proteggere i capelli, soprattutto d’estate, ma anche se si fanno lampade durante l’inverno o si fanno vacanze in posti esotici, dove l’irraggiamento solare è importante. Inoltre, contrariamente a ciò che si può pensare, siamo esposti ai raggi UV tanto durante la stagione estiva quanto in quella invernale (International Hair Research Foundation)

Ecco alcuni semplici consigli da seguire per avere capelli sani e belli:

1. D’estate o comunque al sole, è bene utilizzare un cappello di paglia o cotone che garantiscono circa il 60% di protezione dai raggi UV

2. Utilizzare oli specifici per capelli che lo proteggono e nutrono, come olio di Cocco, olio di Argan, olio di Sesamo, che hanno un fattore di protezione naturale tra 4 e 6.

3. Si possono usare anche appositi spray protettivi che garantiscono la protezione dai raggi UVA e UVB, per esempio a base di Melanina vegetale.

4. Assumere degli integratori ricchi di antiossidanti a base di beta-carotene, vitamina C, E, oligoelementi come il selenio, magnesio, potassio, acido ialuronico.

La ricetta naturale

Ecco una ricetta naturale per un olio restitutivo da utilizzare in spiaggia o a casa prima dello shampoo, per nutrire e proteggere i capelli, rendendoli morbidi e setosi. Da tenere in posa il più possibile, almeno 30 minuti per un ottimo risultato!

Olio di argan 50 ml

Olio di sesamo 50 ml

Olio di avocado 50 ml

Olio di jojoba 50 ml

Palmarosa olio essenziale 5 gocce

Ylang-ylang olio essenziale 5 gocce

Lavanda olio essenziale 5 gocce

Miscelare gli oli e gli oli essenziali in modo omogeneo e distribuire sulla chioma, non dimenticando di massaggiare anche il cuoio capelluto.

Inseriamo nell’articolo anche alcune domande che i clienti hanno rivolto al nostro fornitore “ALCHIMIA NATURA” riguardo i loro prodotti :

1. Ho i capelli grassi sulla cute e secchi sulle punte, cosa posso utilizzare?


Lo shampoo adatto è Energy Natura (se c’è anche forfora o prurito) oppure Fior di Lavanda shampoo, poi utilizza il Balsamo Capelli di luce solo sulle punte e risciacqua. Prima dell’asciugatura, sui capelli umidi, applica il gel Aloanda sulle lunghezze.


2. Il cuoio capelluto si desquama, cosa posso fare?


Utilizza come impacco pre-shampoo l’olio di Ribes nero, tienilo in posa almeno 15 minuti e poi usa lo shampoo Fior di Lavanda. Sui capelli umidi, prima dell’asciugatura, utilizza il gel Aloanda dalle radici alle punte.


3. Come posso proteggere i capelli in piscina?


Utilizza l’olio protettivo Capelli di Luce prima di andare in vasca, dalle radici alle punte e come shampoo utilizza Sogno d’oriente shampoo doccia se hai i capelli sfibrati oppure Fior di Lavanda shampoo doccia se il cloro ti sensibilizza la cute. Utilizza poi lo spray protettivo Capelli di luce sul capello umido prima della fonatura oppure il gel Aloanda anche sulla cute se hai cuoio capelluto disidratato, secco o desquamato.


4. Ho i capelli sottili, quale linea è più adatta a me?


La linea Capelli di Luce è la più adatta, dallo shampoo, al balsamo, allo spray voluminizzante. Puoi usare anche il gel Aloanda per proteggere i capelli se sono anche secchi o disidratati. Se hai i capelli sottili, ma grassi, la linea più adatta è Energy Natura, sia shampoo, che spray per le radici, ricca di oli essenziali attivi.


5. Ho i capelli colorati che shampoo è meglio usare?


Lo shampoo Bacco Di…Vino è il più adatto, perché grazie ai polifenoli dell’Uva protegge il colore e ha proprietà antiossidanti per il capello. Ottimo anche il balsamo Capelli di luce, che nutre il capello grazie all’olio di Karitè e al Miele, che lucida e dà nuova vitalità ai capelli colorati.


6. Perdo i capelli non so quali trattamenti fare, che consiglio mi date?


Se alla perdita di capelli si associa prurito e forfora ti consiglio la lozione Capelli di Luce riequilibrante, tutti i giorni per un mese e poi 2-3 volte a settimana per un altro mese. Non unge. Può essere usata sia da capello asciutto che bagnato.

Se la perdita è importante, il cuoio capelluto è poco ossigenato, e non hai prurito, puoi utilizzare Capelli di Luce Lozione piccante, tutti i giorni per un mese e poi 2-3 volte a settimana per un altro mese. Non unge. Può essere usata sia da capello asciutto che bagnato. Ti consiglio di abbinarla allo shampoo Bacco Di…Vino antiossidante e ossigenante.

Se oltre alla perdita di capelli il cuoio capelluto è grasso, i capelli si sporcano facilmente, allora il prodotto giusto è Energy Natura spray, da usare sulle radici dopo lo shampoo sul cuoio capelluto pulito. Lo shampoo adatto in questo caso è lo stesso della linea Energy Natura.

Infine, ecco una INTERESSANTISSIMA tabella che può essere di grande aiuto per scoprire il tuo tipo di capello e i trattamenti più efficaci per te!

TIPO CAPELLI
LAVAGGIO
SHAMPOO
TRATTAMENTO
BALSAMO
CURA
OLIO
TRATTAMENTO SPECIFICO
LOZIONE, GEL, CREMA
Delicati, normali, dermatiti, cuoio irritato e molto sensibile, bambini Fior di Lavanda Capelli di Luce Ribes Nero, Zucca, Cocco Aloanda Gel
Demineralizzati, protezione piscina, mare, sole, uso frequente Sogno d’Oriente
Fior di Lavanda
Capelli di Luce Capelli di Luce Olio, Cocco, Macadamia, Sesamo Capelli di Luce Spray, Aloanda Gel
Sottili, delicati, spenti, normali Capelli di Luce Capelli di Luce Capelli di Luce Olio, Cocco, Lino Capelli di Luce Spray, Aloanda Gel
Secchi, sfibrati Bacco di Vino, Capelli di Luce, Sogno d’Oriente Capelli di Luce Capelli di Luce Olio, Argan, Mandorle, Sesamo Capelli di Luce Spray, Aloanda Gel
Colorati, trattati, ossigenazione, caduta Bacco di Vino Capelli di Luce Zucca, Jojoba, Argan, Sesamo, Burrone Capelli di Luce Lozione Piccante, Capelli di Luce Spray
Ricci, altro Capelli di Luce, Sogno d’Oriente
Sogno d’Oriente
Capelli di Luce: rigenerante, lucidante, nutriente Capelli di Luce Olio, Argan, Sesamo, Burro di Karité, Burrone Burro di Karité
Grassi, con forfora, sebo, caduta, cuoio capelluto stressato Energy Natura Jojoba, Cocco Energy Natura Spray
Caduta, prurito, arrossamento Energy Natura Ribes Nero, Zucca Capelli di Luce Lozione Riequilibrante, Aloanda Gel
Pidocchi Fior di lavanda + 2 gocce Miscela Pidstop 2‐3 gocce Miscela Pidstop + Aloanda o 2‐3 gocce Miscela Pidstop nell’acqua dell’ultimo risciacquo

 

Trenette al pesto amoroso

Trenette al pesto

TRENETTE AL PESTO AMOROSO

Ingredienti per 2 persone

  • 200 gr Trenette
  • 20 gr basilico
  • 1 spicchio d’aglio
  • 20 gr pecorino grattugiato
  • 40 gr parmigiano grattugiato
  • 1 manciata di pinoli
  • 6 cucchiai di olio extravergine d’oliva

Preparazione

Mettete tutti gli ingredienti nel mixer fino ad avere un impasto fine.

Lessate al dente le trenette, scolatele e conditele con il pesto e servite.

Note

L’abbinamento aglio, basilico è vincente. Da una parte l’aglio che è considerato un “alimento caldo” è salutare, dietetico, battericida ed afrodisiaco. Per i romani l’aglio era sacro a Cerere, dea della fertilità.

Dall’altra parte il basilico considerato fin dall’antichità un’erba magica sacra a Venere.

Frullati : delizia dei sensi

Nel frullato tutta la salutare energia di frutta e verdura

Formule profumate colorate delizia dei sensi

Frutta-e-verdura-

FRAPPE’ VERDE LINFA ESOTICO:

150 g di cavolo nero tagliato a pezzi, 80 g di mango a pezzi, 1 banana, 120 ml latte di soia, 120 ml acqua di cocco, 1 cucchiaino di fiocchi di cocco disidratati, 6 cubetti di ghiaccio.

Frullate il cavolo e i liquidi fino ad amalgamarli, poi aggiungere i restanti ingredienti e frullare sino ad avere un composto omogeneo.

POMPELMO GIOIOSO :

240 ml di succo di pompelmo, 1 banana, 80 g di fragole, 2 kiwi pelati, 2-3 cucchiai di Yogurt di soia.

Frullare tutto insieme a velocità crescente fino ad ottenere una consistenza omogenea.

PERE SEMI DI ZUCCA IL VIVIFICATORE:

200 g di pere a fettine, 30 g di spinaci a pezzettini, 1 banana, 3 cucchiai di semi di zucca crudi, 120 ml di acqua di cocco, 6 cubetti di ghiaccio.

Per frullare più tranquillamente, mettete a bagno i semi di zucca quindi scolateli e lavateli, poi frullate tutti gli ingredienti a velocità crescente fino ad avere un composto gelato.

MIRTILLI E BASILICO DOLCE RILASSANTE:

150 g mirtilli, 1 banana, 240 ml latte di soia alla vaniglia, 1-2 cucchiai di Basilico sminuzzato, 6 cubetti di ghiaccio.

Frullate tutto assieme aumentando gradualmente la velocità fino ad ottenere una consistenza omogenea.

GUSTOSI, NUTRIENTI, CREATIVI, DA CONDIVIDERE, NUTRIRSI GIOIENDO.

I germogli

Buongiorno a tutti !!!

Molte persone chiedono, incuriosite, notizie riguardo i germogli : cosa sono, che proprietà hanno, come si fanno….

Vogliamo quindi iniziare a dare alcune informazioni in merito…

I GERMOGLI

alfa alfa

 

Ogni seme germogliato contiene tutta l’energia nutritiva e microbiologica della pianta adulta sana, oltre la forza vitale per farla crescere !

Dei germogli se ne parla sia nella letteratura orientale che in quella occidentale.

I germogli sono ricchi di vitalità (Jing in medicina tradizionale cinese), consigliati per le persone molto stanche, che fanno fatica a concentrarsi; facilitano la digestione e risultano molto utili anche per le persone che fanno fatica ad assorbire i nutrienti.

Hanno proprietà anti-age perchè contengono tanti antiossidanti; sono alimenti alcalini per cui favoriscono la neutralizzazione delle scorie acide, dando effetto depurativo e rinfrescante per l’organismo.

Combattono molti disturbi epatici dovuti al ristagno di tossine che possono causare tensione nervosa, depressione, frustrazione, gonfiore addominale e aiutano anche nella sindrome pre-mestruale…

Prepararli è molto semplice (vedi fotografie della loro crescita…)

germogli

Durante il tempo di ammollo dei germogli, si attivano gli enzimi che pre-digeriscono i principi nutritivi contenuti nei semi (gli enzimi sono elementi energetici grazie ai quali hanno inizio le trasformazioni chimiche che precedono e favoriscono lo sviluppo del germoglio).

In questa fase abbiamo l’ AUMENTO delle VITAMINE e dei SALI MINERALI, la TRASFORMAZIONE degli AMIDI in ZUCCHERI SEMPLICI, la SCISSIONE delle PROTEINE e dei GRASSI rispettivamente in AMINOACIDI e ACIDI GRASSI ESSENZIALI.

I germogli contengono :

– vit. A, C, D, E, K, vitamine del gruppo B (che aumentano del 200%)

– tutti gli OLIGOELEMENTI tra cui anche ZINCO e SELENIO

– CLOROFILLA

– SALI MINERALI

– FIBRE

– ENZIMA SOD (SUPEROSSIDO DISMUTASE) con potente azione antiossidante.

– PROTEINE VEGETALI

Le proteine vegetali sono di altissima qualità e, a differenza delle proteine animali, non introducono nell’organismo un elevato contenuto di grassi (soprattutto saturi) responsabili della formazione del colesterolo.

A differenza dei normali ortaggi che diminuiscono il loro contenuto nutritivo a partire dal momento in cui vengono raccolti, i germogli lo mantengono intatto fino al momento del loro effettivo consumo.

Chiunque può beneficiare delle fantastiche proprietà dei germogli !

Sono facili da realizzare e regalano una bella emozione quando li vedi nascere e crescere!!